Home / News / Scania si ferma

Scania si ferma

Scania si ferma

La mancanza di componenti, le difficoltà nella catena delle fornitura e logistica hanno fermato la produzione Scania, ma non le officine e i centri ricambi che rimarranno operativi, per consentire ai clienti di continuare ad effettuare il trasporto, un servizio di vitale importanza per la società. 

Ad oggi, Scania prevede di riprendere la produzione entro due settimane.

Il personale direttamente coinvolto nell’interruzione della produzione è impiegato presso gli stabilimenti del gruppo in Svezia, nei Paesi Bassi e in Francia. Scania è in stretto contatto con i rappresentanti sindacali per affrontare congiuntamente la situazione.

“Sia il management dell’azienda sia i rappresentanti dei dipendenti apprezzano le misure di supporto che sono state attivate nei paesi in cui i nostri dipendenti si trovano ad affrontare un’interruzione temporanea dell’attività lavorativa”, ha evidenziato Henrik Henriksson. Le operazioni industriali di Scania in America Latina, che rappresentano circa un quinto del volume di produzione dell'azienda, continueranno come previsto.

Correlati

Presso la cava Inerti Pederzona, abbiamo intervistato Ruffilli, orgoglioso proprietario di uno stupendo XT R500

Intervista esclusiva a Franco Fenoglio, presidente e amministratore delegato Italscania

Consegnato uno Scania XT R650 V8 con vasca Andreoli alla Frantumazione Porfidi 2000

News correlate