Home / News / Volto protagonista a Salerno

Volto protagonista a Salerno

Volto protagonista a Salerno

Salerno, stupenda cittadina alle porte della Costiera Amalfitana, ha un grande dilemma da risolvere: far convivere una vocazione turistica in forte crescita con le esigenze di un porto commerciale sempre più attivo che genera un importante impatto sulla viabilità cittadina.

Dopo anni di studi, è stato messo a punto un importante intervento di fluidificazione di traffico, che, fra gli obiettivi, si ripropone di fluidificare drasticamente i sistema delle percorrenze al servizio del porto e quelle urbane, riducendo gli spostamenti veicolari e attivando nuovi tratti di viabilità anche in galleria.

In particolare è prevista la realizzazione di due gallerie a doppia canna, con una sezione di circa 11 metri, omogenea nella gran parte dello sviluppo lineare delle gallerie che ì sono complessivamente lunghe circa 2.500 metri.

Una particolarità che rendeva ancora più sfidante il progetto era l’allargamento in corrispondenza del nuovo svincolo intermedio verso il centro della città di Salerno che richiede sezioni di scavo particolarmente impegnative che richiedono di passare da una sezione corrente di 115 m2 a una ben più estesa che raggiunge i 300 m2.
Le sezioni, lungo il tracciato in oggetto, variavano più volte e quindi hanno richiesto l’impiego di un sistema modulare: la soluzione individuata si basa sul Volto di Doka, che è stato utilizzato sul tratto di allargamento lungo circa 120 metri, articolato su cinque sezioni differenti.

Volto, infatti, consente la realizzazione di gallerie policentriche mette in difficoltà i casseri di linea tradizionali, progettati per operare (per mantenere la produttività in linea con i costi operativi che li contraddistinguono) in presenza di una costanza geometrica e dimensionale della sezione della galleria.

Il sistema di casseratura metallica Volto è stato messo a punto proprio per superare questi problemi di gestione, pur mantenendo invariata l’assoluta sicurezza operativa del personale addetto al getto, permettendo di variare in modo semplice e veloce il raggio di curvatura; si adatta in questo modo il cassero virtualmente a ogni geometria di galleria, anche e soprattutto, in presenza di modifiche costanti della curvatura lungo il tracciato.

Inoltre, la soluzione studiata e brevettata consente di superare le tradizionali rigidezze applicative dei classici casseri di linea, permettendo di adeguare, all’interno di una ben precisa filosofia costruttiva, il cassero alle esigenze di progetto; si possono quindi, con la stessa attrezzatura provvisionale, realizzare più tunnel di diversa sezione e variazioni di geometria, il tutto con tempi di attrezzamento mai raggiunti in precedenza.

Questo consente alle Imprese un deciso risparmio in termini di materiale da acquistare, dato che con i sistemi tradizionali erano necessarie strutture provvisionali “ad hoc” per ogni singola opera da realizzare; nel sistema di casseratura metallica Volto, al contrario, la struttura è riutilizzabile nella quasi sua totalità, dato che è progettata con elementi modulari standard in grado di adattarsi a differenti geometrie di progetto.


Correlati

Sulla autostrada A1, precisamente nel tratto tra Calenzano e Barberino (tratto DT4), abbiamo visto al lavoro il nuovo carro porta forme per casseri galleria brevettato da Emmerre

Con GMC e Doka per vedere da vicino i bypass pedonali e carrabili di collegamento della Galleria Caltanisetta sulla S.S. 640

Sul cantiere di Trieste, dove Ce.R.V.E.T. sta realizzando, con attrezzature provvisionali Doka, un nuovo centro residenziale

News correlate