Home / News / Ritchie Bros. risponde al Covid con la digitalizzazione

Ritchie Bros. risponde al Covid con la digitalizzazione

Ritchie Bros. risponde al Covid con la digitalizzazione

Negli ultimi anni Ritchie Bros. ha costruito una piattaforma di e-commerce che sta ridefinendo il modo in cui vendere e comprare macchinari. L'arrivo e l'espansione della pandemia ha completamente trasformato il modo in cui utilizziamo la tecnologia per lavorare, studiare e fare acquisti.

Per molti nel settore dei macchinari da costruzione ha significato un modo completamente nuovo di operare; come hanno dimostrato gli ultimi mesi, i compratori e i venditori hanno accolto positivamente questo cambiamento che ha portato nuove opportunità e processi più efficienti per la gestione dei propri beni.

Oltre a questo è probabile che anche quando si ritornerà ad una sorta di 'normalità', è improbabile che la tendenza si inverta. Anzi, diventerà la nuova normalità.

Ci sono diversi motivi per cui Ritchie Bros. ha buone probabilità di diventare il maggior rappresentante nella vendita online di macchine movimento terra.
  • Ritchie Bros. mantiene delle sedi fisiche in tutto il mondo. Sebbene sia improbabile che le aste dal vivo riprendano presto, quegli spazi rappresentano un collegamento importante per il settore tra il mondo reale e il mondo online. I piazzali Ritchie Bros. sono il luogo in cui i venditori consegnano i propri macchinari per dare la possibilità ai potenziali compratori di ispezionarli di persona
  • I dati di Ritchie Bros. tracciano un quadro davvero completo del settore delle macchine da costruzione a livello mondiale. Decenni di dati sono archiviati in un database centrale organizzato per area geografica, marchio, tipo ed età anno di costruzione della macchina, ore di lavoro e altro ancora.
  • Le vendite online sono oramai routine per Ritchie Bros. Nel 2002 si è tenuta la prima asta con offerte in diretta su Internet.
Nel primo semestre del 2020, le aste in Europa e Medio Oriente, da marzo effettuate interamente online a causa del COVID-19, hanno visto oltre 30.000 registrazioni di offerenti, con un incremento del 66% rispetto all'anno precedente.

Giovedì 8 e venerdì 9 ottobre, si svolgerà l'asta on line di Caorso: gli uffici e il piazzale saranno chiusi al pubblico. Le offerte aprono sabato 3 ottobre e chiudono giovedì 8 ottobre per i macchinari e venerdì 9 ottobre per le attrezzature.

La visione del parco macchine martedì 6 e mercoledì 7 ottobre dalle 8.00 alle 17.00.

La visione del parco macchine sarà soggetta a restrizioni: potranno accedere al piazzale solo i clienti registrati online all'asta che hanno versato il deposito cauzionale. Ci sarà un numero massimo di persone che potranno accedere contemporaneamente al piazzale e verrà richiesto di indossare la mascherina.

Correlati

In corso la prima asta di macchinari usate del 2020 in Italia di Ritchie Bros., completamente online

Per Iveco Orecchia, il gruppo Ritchie Bros ha organizzato per il 30 ottobre un’asta riservata di usato

News correlate