Home / News / Piattaforma a braccio Genie in Antartide

Piattaforma a braccio Genie in Antartide

Piattaforma a braccio Genie in Antartide

In Antartide i progetti di costruzione sono una sfida straordinaria che impone l'utilizzo di macchinari robusti e affidabili.

ça sa bene il distributore autorizzato Genie HDW, con sede nei Paesi Bassi, quando è intervenuto per fornire al suo cliente Royal BAM Group (BAM) una piattaforma a braccio Genie Z-45 Xtra Capacity adattata su misura per supportare le esigenze del British Antarctica Survey (BAS) e dei partner NERC, SWECO e Rambol.

A sostegno della scienza a livello mondiale per la prossima generazione, la missione di ricerca BAS sarà condotta per un periodo da sette a dieci anni.  Consegnata in Antartide nel gennaio 2019, la piattaforma a braccio Genie Z-45 XC rimarrà sul posto per cinque anni per essere di aiuto in un'ampia gamma di compiti.

Tra questi, in particolare, l'ampliamento delle strutture di ormeggio per la nuova nave polare RRS Sir David Attenborough, il radicale processo di ammodernamento della Stazione di Ricerca Rothera - il più importante hub antartico del Regno Unito - e il miglioramento delle strutture e delle condizioni di lavoro presso altre stazioni di ricerca BAS della zona. Mentre la ricerca nella stazione continua tutto l'anno, anche a -60°C, a causa del vento e del freddo estremo il lavoro con le macchine può avvenire solo durante l'estate, da ottobre a febbraio, quando le temperature salgono a -15°C diventando relativamente sopportabili. In qualità di clienti HDW di lunga data, BAM si è affidata alla raccomandazione dei suoi partner: la piattaforma a braccio Genie Z-45 XC.

Come spiega Wilco Donkersloot, Responsabile Clienti di HDW, "la piattaforma a braccio Genie Z-45 XC combina i vantaggi delle prestazioni su terreni fuoristrada e delle maggiori capacità di sollevamento, consentendo a due persone di avere più materiali e attrezzi in cesta.

Si tratta di un forte vantaggio in termini di produttività che ha reso questo modello perfetto per il compito previsto, essendo una missione in cui il lavoro può essere svolto solo per cinque mesi all'anno.” Continua: "Naturalmente, l'unità ha richiesto una serie di modifiche per adattarsi alle condizioni estreme dell’Antartide.'

Correlati

News correlate