Home / News / 32 Genie per il tunnel Morandi

32 Genie per il tunnel Morandi

32 Genie per il tunnel Morandi

Durante la pandemia che ha bloccato uomini e mezzi, molti erano ancora impegnati a garantire attività che non potevano essere interrotte.

Questa è stata la sfida per la società di noleggio CGT Edilizia (filiale di Genova) e per il suo cliente finale Pavimental S.p.A. (una società del gruppo Atlantia), sostenute da una piccola flotta di 32 piattaforme a forbice della serie Genie GS.

La missione? Ripristinare i viadotti autostradali sulla A12 (tratta Genova-Chiavari) e sulla A26 (tratta Genova VoltriMasone) e completare i lavori di finitura in quota nella Galleria Morandi che conduce al Ponte Morandi appena ricostruito.

Oltre a 12 piattaforme a forbice per terreni fuoristrada Genie GS-3369 RT, la CGT Edilizia ha raccomandato in particolare 20 modelli Genie GS-4390 RT più grandi - dieci dei quali sono stati dedicati all'installazione di illuminazione, segnaletica e ventilazione sulla sezione del Tunnel Morandi.

Offrendo la possibilità di mantenere un alto livello di produttività e consentendo agli operatori di rispettare la distanza sociale appropriata, il Genie GS-4390 RT ha svolto un ruolo chiave contribuendo a garantire la rapida riapertura delle autostrade.

Nella galleria Morandi, gran parte del lavoro doveva essere svolto prima della posa dell'asfalto; offrendo i vantaggi della trazione integrale 4WD, del controllo di trazione positivo e di una velocità di marcia in posizione di riposo di 8 km/h, tutti i modelli della famiglia di piattaforme a forbice Genie GS90 RT sono dotati di serie dell'esclusivo sistema Genie di assali oscillanti attivi e offrono una pendenza superabile del 50% per affrontare con facilità i terreni fuoristrada. I comandi proporzionali assicurano precisione e flessibilità di movimento.

Per la sicurezza dell'operatore, un sensore di livello di inclinazione con allarme acustico, allarme di discesa e sistema di rilevamento del carico della piattaforma sono di serie. Dotati di un connettore telematico preinstallato in fabbrica e di un sistema di diagnostica di bordo, gli operatori sono in grado di risolvere i problemi al volo e di effettuare regolazioni sul campo per ottimizzare i tempi di attività. 

Correlati

News correlate