Home / News / Il mini escavatore SK19: da Kobelco un nuovo compatto

Il mini escavatore SK19: da Kobelco un nuovo compatto

Il mini escavatore SK19: da Kobelco un nuovo compatto

I cantieri con spazio limitato, come nelle aree residenziali e all’interno degli edifici, richiedono macchine in grado di offrire prestazioni elevate e al contempo ingombro ridotto.

Il nuovissimo mini escavatore Kobelco SK19 combina una carrozzeria compatta con un motore ad alte prestazioni per offrire un funzionamento potente ed efficiente, eccellente stabilità con una distribuzione superiore del peso e una cabina confortevole e ben progettata.

Il Kobelco SK19, che sostituisce il precedente SK18-1E, offre prestazioni superiori grazie a un motore più grande, a un sistema idraulico nuovo e a un’attrezzatura di nuova concezione.

Ad esempio, il motore Yanmar conforme Stage V offre il 38% in più di potenza (13,1 kW rispetto a 9,5 kW), il 10% in più di forza di scavo della benna (16,7 kN rispetto a 15,2 kN) e il 26% in più di forza di scavo del braccio (braccio lungo/braccio corto a 9,3/11,4 kN rispetto a 7,4 kN).

La capacità di sollevamento è stata aumentata del 24% (sulla base di uno sbraccio di 2,5 m, -0,5 m dal livello del suolo sulla parte anteriore) e hanno subito un miglioramento significativo anche velocità di traslazione, sbraccio di scavo e profondità di scavo.

Per i cantieri in cui è necessario lavorare a ridosso di pareti e in prossimità di fossati e strade, il mini escavatore SK19 beneficia di molteplici caratteristiche importanti.
La larghezza del cingolo rientrato è di 980 mm per consentire l’accesso a passaggi stretti e aumenta fino a 1.320 mm quando è esteso.

L’ingombro posteriore compatto garantisce efficienza operativa negli spazi limitati, mentre l’angolo di brandeggio del braccio è del 12% più ampio rispetto al precedente modello SK18-1E.

Correlati

Kobelco in Italia sta prendendo sempre più forma e con un gradito evento pre-natalizio la Nolocom di Torino ha voluto festeggiare l'importante lavoro svolto nel nord ovest

Conoscere Erik Pinet significa conoscere Nolocom. Una struttura che è cresciuta con il passo della sostenibilità. In piena sintonia con il pensiero del suo titolare

News correlate