Home / News / Hyundai risolve la disputa sul ponte sospeso

Hyundai risolve la disputa sul ponte sospeso

Hyundai risolve la disputa sul ponte sospeso

Hyundai Engineering & Construction riferisce di aver risolto una disputa con il governo cileno su un ponte sospeso da 740 milioni di dollari che collegherà l'isola di Chiloé nel sud del paese con la terraferma.

In una dichiarazione, Hyundai ha dichiarato che "rinuncerebbe ai suoi diritti" per raggiungere un accordo e "mitigare le perdite" sul progetto.

Alla fine di dicembre, la società aveva dichiarato che era "impossibile" proseguire il progetto perché il Ministero dei Lavori pubblici del Cile stava cercando di ampliare il campo di applicazione del proprio lavoro senza la dovuta compensazione.

Da parte sua, il governo ha affermato che Hyundai aveva cercato di aumentare i costi del progetto di $ 300 milioni.

L'ultimo sviluppo fa parte di una saga di controversie e ritardi iniziata quando il ponte fu proposto per la prima volta nel 1972. Inizialmente, un consorzio che comprendeva Vinci Grand Projets, Hochtief e American Bridge Company avrebbe dovuto iniziare a lavorare sul ponte nel 2007 e terminare nel 2012.

Tuttavia, il sistema è stato cancellato dopo che il consorzio ha più che raddoppiato il suo costo da 410 milioni di dollari a 930 milioni di USD.  Nel maggio 2012 il governo ha deciso di far risorgere il progetto e ha lanciato una gara internazionale con un limite di offerta di 740 milioni di dollari, vinta da Hyundai


Al termine, probabilmente nel 2023, il ponte si estenderà per oltre 2,6 km, rendendolo il ponte sospeso più lungo del Sud America, battendo il ponte Angostura di 2,4 km del Venezuela.

Correlati

News correlate