Dumper Doosan DA30-7: la potenza ed il controllo. Per tutti!

La movimentazione del materiale nei percorsi medi e lunghi rappresenta spesso, molto spesso, la bestia nera (logisticamente ed economicamente) di tutte le aziende estrattrici, produttrici o della cantieristica di un certo livello e dimensione.

Nuovo look

Sul DA30-7 Doosan ha rivisto anche le grafiche, molto aggressive e moderne
Quasi in contemporanea mondiale, in un periodo approssimativo di 20 anni del secolo scorso, dai primi anni '50 alla fine del '60, si sono sviluppati sia in America che in Europa i primi esemplari di dumper sia rigido sia articolato e, curiosamente, non sono stati ispirati dai classici fratelli camion!!!

I primissimi modelli di dumper articolato erano sostanzialmente composti da due parti provenienti da un trattore agricolo (l’avantreno col motore ed il retro col cassone) che venivano unite per ottenere il carico di un camion, ma con la libertà di movimento sul terreno di un trattore!
Importantissimo: il DA30-7 monta un motore Scania in regola con le normative antiemissioni Stage V
La necessità di spostarsi anche velocemente su strade non preparate o poco preparate, di caricare notevoli quantitativi di materiale e di poterli autonomamente scaricare è stata sapientemente miscelata e condensata in modelli che poco meno di 60 anni fa erano già concettualmente paragonabili a quelli di oggi.

Il nuovo design del muso del DA30-7 aumenta la visibilità anteriore
L’evoluzione avvenuta negli stabilimenti norvegesi della Moxi fin dal 1969, passata attraverso una storia articolata fra alti e bassi e diverse proprietà fra cui la Komatsu, si riassume e raggiunge il livello “stato dell’arte” proprio nel rinnovato modello Doosan DA30-7 che abbiamo avuto a disposizione durante i Quarry Days 2019 organizzati da Doosan in Repubblica Ceca.

A colpo d’occhio si colgono subito le nuove accattivanti grafiche, un nuovo cofano motore che snellisce e ringiovanisce la linea generale della macchina e contribuisce al miglioramento della visibilità dell’operatore e dei corrimano molto estesi e piacevoli che contribuiscono alla sicurezza dell’operatore durante le operazioni di controllo, manutenzione o pulizia sulla macchina.

Cuore pulsante di ogni macchina è il propulsore Scania che in questa occasione si presenta conforme alle ultime normative antinquinamento Stage V, grazie ad un rinnovato e migliorato trattamento post combustione dei gas di scarico.

Viaggio in una nuova dimensione

Affinché si possa far comprendere ed apprezzare il lavoro svolto in fase di progettazione, test e studio dell’evoluzione di questa macchina Vi propongo la “simulazione” di quello che ogni operatore si troverà a fare ogni mattina per svolgere il proprio lavoro, di quello che potrà costantemente tenere sotto controllo, il tutto condito con qualche chicca tecnica che se non proprio visibile, sicuramente contribuisce a rendere piacevoli le ore passate su quel sedile...
Il cassone da 16,8 m3 del DA30-7 ha geometrie e sagome ben studiate per semplificare carico e scarico
Mattina presto, mi avvicino al mezzo, un iniziale e rapido, ma attento “walk around” di qualche minuto mi consente di apprezzare ed accertare la visibilità/integrità delle componenti fondamentali quali snodi, sospensioni, gomme, cerchi, bulloneria di fissaggio, il ponte posteriore, i leveraggi della sponda posteriore.

Finito il giro “turistico” si apprezza, in quanto sempre a portata di mano restando a terra, l’accessibilità ai filtri principali, ai bocchettoni di riempimento e la possibilità di verificare il grasso nella pompa automatica ed eventualmente aggiungerlo dal comodo spazio dedicato proprio alla scorta da avere sempre a portata di mano e alla pompa manuale.
Salita in cabina facilitata da tantissimi corrimano
Prima di partire un rapido controllo agli pneumatici
Posso proseguire anche aggiungendo ADBLUE se necessario o procedere al riempimento del serbatoio del gasolio. Avere tutto a terra, oltre a facilitare l’operazione e renderla più sicura, invoglia sicuramente anche il più pigro degli operatori a non saltare nessun controllo pre utilizzo!

A questo punto è naturale proseguire sollevando il cofano motore elettrico dai comodi interruttori presenti accanto alla scaletta di accesso sul lato sinistro anteriore della macchina.
Senza dimenticare di dare un'occhiata al sottoscocca
Se malauguratamente il freddo avesse vinto la dura battaglia delle batterie nessun problema, una presa ausiliaria permetterà di sfruttare una fonte elettrica esterna e procedere con i controlli di rito e/o l’avviamento del mezzo senza dover cercare le batterie o infilarsi nella macchina alla ricerca dei contatti di avviamento. La Vs sicurezza ringrazia…
La ralla è fondamentale sui dumper articolati come il DA30-7
Cosi come  tutti gli organi mobile che gestiscono il cassone posteriore
A cofano alzato (quest’ultimo è dotato di un bloccaggio automatico in qualsiasi posizione!) un rapido sguardo al possente motore 5 cilindri  Scania DC09 da 9.3 L che con a disposizione una stalla di 375 cavalli (276 kW) a 2100 g/min ci permette di apprezzare l’ordine e la razionale disposizione di tutti i componenti meccanici, elettronici, di controllo, di raffreddamento e tutto quanto necessario al buon funzionamento del propulsore.  Controllato e pulito il filtro aria e verificato i livelli di olio motore e liquido di raffreddamento, posso tranquillamente e comodamente richiudere il cofano ed iniziare l’avvicinamento al ponte di comando!

Comandante in plancia

Le scale di accesso al mezzo, contrariamente alla concorrenza, sono sul lato sinistro davanti alla ruota anteriore e questo, in quanto a sicurezza, è un miglioramento significativo perché in caso di problemi non vado mai ad attraversare la zona fra le ruote, ma transito sempre in area sicura.

Quanta sicurezza in più

Il nuovo cofano motore ringiovanisce decisamente il look del dumper articolato DA30-7
Approdati al piano macchina mi trovo circondato da robusti e ergonomicamente ottimi corrimano e posso tranquillamente procedere alla pulizia dei vetri con la consapevolezza che un ottimo antiscivolo a terra e le protezioni mi permetteranno di restare sempre in assoluta sicurezza, anche in presenza di pioggia, fango, neve o ghiaccio.

Aperta la cabina del mio “ufficio” si notano subito un accesso ampio ed agevole, spazio libero per muoversi e diversi vani per ospitare quanto potrà servirmi durante la giornata o semplicemente per alleggerirmi di quanto non strettamente utile per guidare.
Il posto guida del DA30-7 di Doosan, ampio, con un sedile comodo e pieno di regolazioni, perfettamente ammortizzato
A sedere sul posto guida posso ovviamente regolarmi tutti i parametri per avere la ergonomicamente miglior posizione possibile ed anche un ottimale visibilità. Regolato anche il volante ed il bracciolo di sinistra posso tranquillamente girare la chiave ed attivare i servizi.

Atteso il regolare check up di tutte le funzioni, posso molto rapidamente entrare nella diagnostica ed avere  la conferma visiva anche dei livelli dell’ olio trasmissione e dell’olio idraulico, senza sporcarmi e protetto dalle intemperie! 

Un’altra piacevolissima sorpresa è che l’avviamento del motore cambia solo quasi impercettibilmente il rumore all’interno della cabina: ottimi silent block, ottima insonorizzazione, assenza di vibrazioni rendono veramente piacevole la permanenza a bordo.
Il diplay da 7" è molto ben posizionato sul DA30-7 e parecchio luminoso
Un display da 7“ con illuminazione regolabile, mi tiene sempre a vista, numero di giri, velocità, marcia e modalità inserita, livelli gasolio ed Adblue, posizione del cassone, temperatura liquido raffreddamento motore ed olio trasmissione. Nella parte superiore è sempre disponibile una serie di informazioni VITALI ai fini della SICUREZZA  e della MASSIMA OPERATIVITA’ :  una pesa automatica ( basta sollevare qualche cm il cassone) ti indica il carico raggiunto e riporta esternamente con delle luci il livello raggiunto per migliorare l’operatività; due indicatori riportano l’inclinazione laterale e longitudinale del mezzo ed un'altra quella del cassone in fase di scarico.

Amico display

Mai sottovalutare le informazioni del display ne va della vostra sicurezza e della produttività giornaliera!!!
Premendo un tasto posso scegliere invece la telecamera posteriore ( che si attiva comunque in automatico con la retromarcia) mantenendo il controllo del mezzo a 360° gradi, grazie anche all’ottima definizione delle immagini.

Attraverso una pratica tastiera possiamo anche selezionare i fari da accendere, il riscaldatore del gasolio per climi freddi, lo sbrinamento degli specchi, il riscaldamento del sedile più molte altre funzioni tutte disponibili con una sola pressione del tasto e chiare indicazioni!

A questo punto possiamo dedicare pochi secondi a scegliere la climatizzazione adatta e magari, collegando il nostro smartphone attraverso il Bluetooth o una presa usb ad un ottima autoradio che legge MP3 e accetta le radio DAB, possiamo ascoltarci la nostra web radio preferita o la playlist del momento!

Pronti? Si parte!

Disinserito il freno di parcheggio possiamo dedicarci alla leva che ci fa scegliere se affidarci ad un super completo cambio ZF 8-EP320 totalmente automatico ad 8 rapporti avanti molto ravvicinati e 4 indietro oppure se lavorare in manuale con un sistema stile “tiptronic” che con piccoli movimenti laterali della leva ci permette di inserire la marcia voluta.

In ogni condizione provata dobbiamo sottolineare l’efficienza della trasmissione che non ci fa quasi accorgere dei cambi di marcia anche in pendenza, carichi e alla massima sterzata possibile. Questo denota una maturità raggiunta da TUTTO il TRENO DI POTENZA che fa realmente la differenza rispetto alla concorrenza.
L'effetto deriva in curva, tipico di molti dumper articolati è praticamente nullo sul Doosan DA30-7
Percorrendo il circuito di prova a ns disposizione notiamo subito nelle due sterzate principali che l’effetto deriva in curva è praticamente nullo in tutte le condizioni e questo grazie ad un telaio con la ralla di rotazione e il vincolo dello sterzo montati ravvicinati.

Questo interessantissimo progetto parte da uno studio delle forze in gioco durante la sterzata e rende praticamente nullo il vettore di forza tangente alla direzione impostata, sfruttando una geometria diversa dalla concorrenza nel posizionamento della ralla e dei vincoli di sterzo.  La macchina non tende assolutamente ad allargare e procede precisamente nella direzione impostata.
Quattro le modalità di frenata a motore disponibili sul DA30-7 di Doosan
Nella prima discesa ho selezionato la più automatizzata delle QUATTRO modalità di FRENO MOTORE (Retarder) a disposizione sulla comoda leva a destra del volante ed in pratica tutto viene gestito elettronicamente, la tua parte resta il solo utilizzo del pedale dell’acceleratore.

Non è mai stato necessario ricorrere ai freni di servizio in bagno d’olio perché l’efficienza del rallentamento è tale che ti basta impostare la velocità voluta attraverso l’acceleratore ed il mezzo docilmente obbedisce, se levo il piede dal pedale il mezzo rallenta subito e dolcemente fino ad una velocità prossima al passo d’uomo! Veramente MOLTO rassicurante e anche economicamente molto interessante perché non vado a consumare i freni se non per necessità!
Sul DA30-7 IL tandem posteriore con un solo ponte differenziale
Il ponte posteriore garantisce un'oscillazione di ben 40° complessivi e non teme le asperità più dure
Affrontata a PIENO CARICO una stretta curva in contropendenza in discesa in totale sicurezza e tranquillità di traiettoria ci troviamo ad seguire una serie di avvallamenti alternati che metterebbero sicuramente in difficoltà un dumper standard che non abbia certe NOTEVOLI caratteristiche.
Sei le ruote motrici sempre in presa coadiuvate da due differenziali automatici a slittamento controllato
Le sei ruote motrici sempre in presa coadiuvate da due differenziali automatici  a slittamento controllato ed un centrale manuale  selezionabile ( garantisce trazione bloccata al 50% su anteriore e 50% su posteriore) e soprattutto da una ricercata soluzione per il tandem posteriore con un solo ponte differenziale, trasmissione potenza ad ingranaggi ed una oscillazione libera  RECORD da 40° (25° in alto e 15° in basso) permettono sempre di avere le ruote tutte saldamente ancorate al terreno con una conseguente maggiore trazione, maggiore stabilità, minore usura dei differenziali e minore necessità di preparare le piste!
L'immagine è esplicativa della risposta di trazione anche sui terreni più accidentati
Anche la sensazione puramente visiva di baricentro alto (decantata soprattutto dalla concorrenza) e di compattezza generale del mezzo dovuta ad una diversa concezione del cassone da 16,8 mc e ad un telaio posteriore inclinato,  viene invece smentita proprio dalla generosa stabilità dimostrata che mai ha fatto tentennare i vari autisti che ho visto in azione durante la prova, sia esperti sia alle prime armi!!

In effetti, pur creando un minimo disagio in caso di carico con benne molto grandi (dovuta al disegno del cassone e dalla paratia anteriore di protezione cabina molto alta) il posizionamento del carico più avanzato è realmente corretto e non sposta il bilanciamento tra gli assi, permettendo di sfruttare il 100% delle capacità del mezzo senza temere per la sicurezza e garantendo un efficienza produttiva di riferimento sul mercato!
Abbiamo provato su questa salita il DA30-7 simulando tre stili di guida differenti
Senza aver perso neanche un grammo di carico si arriva ad una salita ripida con svolta stretta al limite dei 45° di sterzata massima e con terreno piuttosto cedevole che mi ha solleticato un po’ di sana cattiveria e quindi l’ho affrontato in tre maniere differenti durante i passaggi:
  • in primis ho mantenuto gas costante e velocità costante, ma molto lentamente per costringere la trasmissione a calare di marcia e verificare se sotto sforzo sobbalzava o agiva in ritardo…….niente di tutto questo, scalata di marcia immediata ed appena intuita, ma senza percepire cambi di trazione o movimenti…..veramente un ottimo risultato!
  • Nella seconda mi sono fermato nel punto di massima sterzata e pendenza per poi ripartire (in verità l’ho fatto 3 o 4 volte nella stessa curva). Il motore ha sfruttato ottimamente i 1873 Nm di coppia a soli 1300 giri (peraltro poi quasi costanti fino a quasi 1800 rpm!) ed è ripartito senza tentennamenti, senza necessità di accelerare tutto, senza allargare, senza la fastidiosa tendenza ad alleggerire il ponte anteriore che grazie anche al sistema idropneumatico di auto livellamento è sempre nella posizione giusta e permette la corretta direzionalità!
  • Il terzo passaggio era semplicemente svolto arrivando in accelerazione e percorrendo in maniera allegra tutta la rampa per avere conferma della notevole stabilità e direzionalità che mantengono le oltre 50 tonnellate complessive su cui ci muoviamo!!

Arrivati al (ipotetico!) punto di scarico e posizionati, possiamo tranquillamente tenere il piede sul freno perché per accelerare è sufficiente  tenere premuto il tasto sulla sommità  della leva ed il motore resta ad un regime che ci permette di sfruttare a pieno i 12 secondi di massima alzata ed i 10 di ritorno in orizzontale del possente cassone.
Per los scarico, tenendo premuto il tasto sulla sommità della leva, il motore resta ad un regime che ci permette di sfruttare a pieno i 12 secondi di massima alzata
La telecamera posteriore continua a darmi la possibilità di verificare la corretta posizione di scarico e il cruscotto mi indica inclinazione del cassone e tutti i parametri utili a terminare l’operazione e ripartire per un'altra missione!!

Il Doosan Connect, sistema telematico attraverso connessioni remote GSM o satellite, continua nel frattempo a misurare, memorizzare, controllare consumi, produttività, allarmi e  manutenzione affinché il ns lavoro sia continuativo, sicuro ed esente da perdite di tempo e costi non previsti!
 
Terminato il turno di lavoro, messo a riposo il ns compagno di gioco, stanchi, ma non affaticati da una cabina a misura d’uomo dotata di tutti i comfort e dalla certezza di una meccanica sempre all’altezza e da dei comandi friendly , possiamo dedicare il tempo della giornata  rimanente alla famiglia, alle nostre passioni, certi che il giorno dopo il nostro fidato Doosan DA30-7 sarà pronto per altre avventure!!

Vale la pena di citare che  anche il rinnovato modello Doosan DA45-7 che sostituisce il DA40-5 è dotato di motore stage V , sempre Scania ma modello DC13 da 375kW (500cv), e di tutte le altre peculiarità che abbiamo testato sul modello DA30.

Buon lavoro!

Correlati

La guida del dumper articolato Doosan DA30 è all'insegna della massima sicurezza. Grazie a soluzioni che rendono semplici manovre che per altri potrebbero essere difficili.

News