Sicurezza e produttività: binomio vicente

La presentazione dei nuovi miniescavatori della serie Next Gen è stata l’occasione per CGT Edilizia di incontrarsi e confrontarsi con i propri clienti storici, non solo per presentare le nuove macchine, ma anche per avere il loro punto di vista sul lavoro fatto da Caterpillar nella loro progettazione e ingegnerizzazione.

Come mai in passato, infatti, con i nuovi miniescavatori, il produttore di Peoria ha “ascoltato” nella messa a punto delle nuove macchine i propri clienti, fondando l’intero lavoro di progettazione su quello che il mercato a livello mondiale suggeriva.

Un ascolto che continua anche sul campo, in occasioni come quella della presentazione di Parma, e che, come goWEM! abbiamo voluto verificare in prima persona intervistando i clienti presenti all’evento.

Per questo abbiamo raccolto il punto di vista di Giovanni Mazza, presidente della Mazza srl, società specializzata nella realizzazione di reti di servizio (metanodotti, teleriscaldamento, acquedotti, fognature e fibra) che opera in tutto il Nord Italia.

Specialisti nel sotterraneo


“Sono 50 anni che siamo sul mercato con una continuità che poche altre aziende nel nostro settore possono vantare” - esordisce così Giovanni Mazza che abbiamo incontrato a Parma alla presentazione della Next Gen di Caterpillar che continua “l’azienda è stata fondata da mio padre, Renato Mazza, che nel 1963 l’ha rilevata dal suo ex titolare”.

“Io sono entrato in azienda negli anni ’90, quando abbiamo cominciato a specializzarci nella realizzazione di acquedotti, gasdotti, fognature, teleriscaldamento, cavidotti e lavori stradali, sopratutto lavorando per la Committenza Pubblica. Oggi siamo una realtà conosciuta e apprezzata in tutto il nord e centro Italia, con una forte spinta all’innovazione sia di processo sia di prodotto”.

“Penso sia per questo che, durante gli anni della crisi, abbiamo continuato a crescere, anche se con estrema attenzione al controllo finanziario e dei costi; ed è per questo che sono qui oggi. Con CGT abbiamo un rapporto molto stretto e fattivo e non potevamo mancare in un’occasione così importante come la presentazione di questi nuovi miniescavatori, che credo segneranno una pietra miliare nell’evoluzione tecnologica di questo segmento di macchine”:

Non solo ferro, ma soprattutto innovazione


“Sono piacevolmente stupito dal lavoro fatto da Caterpillar, che CGT edilizia ci ha presentato nell’evento di oggi (siamo a Parma alla Mec Trasporti, l’ultimo fine settimana di marzo, ndr). Siamo ormai da molti anni clienti del gruppo Tesa e acquistiamo macchine sia da CGT Edilizia sia da CGT. Dal 2001 abbiamo iniziato un processo di revisione strategica del nostro parco macchine che ci ha progressivamente portato ad avere solo macchine Caterpillar in flotta (per i camion la scelta è caduta su Mercedes); la prima è stata una minipala 248 e oggi abbiamo una flotta di 45 unità, tra compatte e grandi”.

Con la Next Gen, Caterpillar ha fatto un grande balzo in avanti in fatto di efficienza, produttività e semplicità d'uso

“E’ stata una scelta strategica, motivata sopratutto da due motivi: avere un servizio di assistenza celere e uniforme su tutti i nostri cantieri, indipendentemente dalla zona in cui essi sono e essere sicuri di avere un valore certo al momento della vendita dell’usato. Il marchio Caterpillar, distribuito da CGT e da CGT Edilizia, nel tempo ci ha garantito su entrambi i fronti. Avere un marchio come Caterpillar, riconosciuto a livello mondiale, è anche sinonimo di qualità e affidabilità quando ci presentiamo ai nostri clienti”.

Mazza è cliente CGT da anni e ha l'intera flotta a marchio Caterpillar
Continua Mazza “questi nuovi miniescavatori sono per noi un’occasione importante per due motivi; innanzitutto ci consentono, grazie al piano Industria 4,0, di accedere a un beneficio fiscale importantissimo per noi imprenditori, che ci consente di acquistare con più serenità le macchine che ci servono per garantire la redditività delle nostre imprese”.

“Ma il vantaggio fiscale, per quanto importante, è solo una parte delle ragioni per cui sono molto soddisfatto di questa nuova generazione di miniescavatori Caterpillar. Come imprenditore, infatti, sono sempre attento ai concetti di efficienza di impresa e di sicurezza sul lavoro e mi sembra che Caterpillar abbia fatto grandi passi avanti in questo senso con le macchine Next Gen”.

Ho apprezzato davvero molto le innovazioni in fatto di sicurezza operativa

Altro aspetto da non dimenticare: la manutenzione. Da quello che ho potuto vedere e da come mi hanno spiegato i tecnici di CGT Edilizia, le macchine sono state progettate per rendere la manutenzione più semplice possibile. Questo significa, per noi imprenditori, risparmi sui costi certo, ma anche minori fermi macchina e quindi più produttività”.

Conclude Mazza “Ritengo davvero che Caterpillar con questi mini abbia fatto un salto avanti importante dal punto di vista tecnologico e prestazionale, anche e soprattutto da quello della sicurezza operativa, un valore che per noi, che spesso ci troviamo a operare in cantieri in cui lo spazio è davvero poco, è fondamentale".

"Ho anche apprezzato la versione di escavatore radiocomandato che ho visto qui oggi: una scelta interessante, a un prezzo competitivo che ci da un notevole valore aggiunto, soprattutto nelle gare d’appalto in cui l’offerta tecnica ha sempre più un valore preponderante”.

Correlati

Abbiamo intervistato Luciano Ciancarella, titolare General Tractor Italia, concessionario macchine compatte CAT per l'Abruzzo

Intervista a Francesco Cerizzi, direttore commerciale e marketing CGT Edilizia

Il Gruppo Mazzei affonda radici storiche fondate su professionalità e alto livello qualitativo. E la sua collaborazione con CGT va proprio in questa direzione