DoosanOne 2022: 3.500 test in cava in tre giorni

Dopo il successo della prima edizione del 2018 e la pausa obbligata per l’emergenza pandemica, è tornato DoosanOne, il format di test in cava organizzato in collaborazione con goWEM!, aperto solo ad addetti ai lavori in possesso di partita Iva, con slot prenotabili ogni quarto d’ora in un calendario di tre giornate complessive.


La manifestazione si è svolta dal 26 al 28 maggio scorsi a Piacenza, presso la Cava Gargatano del >>Gruppo Bassanetti<<, e anche stavolta i numeri sono di assoluto rilievo, con circa 3.500 prove realizzate sulle 16 macchine da cantiere della gamma >>Doosan<< disponibili nell’area test: tre pale gommate, i tre miniescavatori della nuova serie 7, tre escavatori gommati e sei cingolati, con l’aggiunta di altre due macchine in esposizione statica.

Cortesie per gli ospiti: Aequinoctium 2022… in casa Doosan 

Il lungo stop agli incontri in presenza aveva portato inevitabilmente anche al rinvio dell’appuntamento annuale col nostro think thank Aequinoctium, rivolto alle figure apicali delle principali realtà del settore costruttivo italiano.

L'edizione 2022, quella del ritorno, si è svolta proprio a Cava Gargatano la mattina del 26 maggio, in un contesto inedito rispetto alle sette precedenti. Il tema della tavola rotonda, moderata dal Direttore di goWEM! [Silvano Lova], era quello dell'efficienza d'impresa come possibile antidoto al caro-prezzi.
Un momento dell'edizione 2022 di Aequinoctium che ha visto la partecipazione di oltre 80 figure apicali di aziende del settore
I lavori hanno visto alternarsi gli interventi di vari attori della filiera davanti a oltre 80 tra imprenditori e manager del comparto. [Armando Casella], della società di architettura >>DVision Architecture<<, ha parlato di BIM e delle sue enormi potenzialità, definendo il lavoro sul gemello digitale dell'opera e il processo di modellazione come una sorta di "macchina del tempo".

Solo apparentemente distante era l’argomento affrontato da [Alessandro Chiodin] ed [Elena Piantelli] di >>Spektra<<: il workflow proposto da Trimble alle imprese per la digitalizzazione dell'intero processo. 

Alessandro Chiodin
e Elena Piantelli

[Marco Prosperi], Direttore di >>Assodimi<<, ha esplorato il tema dell’efficienza dal punto di vista del continuo aggiornamento tecnologico delle flotte dei noleggiatori, della sicurezza e della sostenibilità, che rendono questa soluzione sempre più competitiva a livello di gestione costi. 

[Elisa Taini] di >>Luxtower<< ha presentato in anteprima per l'Italia il nuovo braccio per applicazioni su piattaforme aeree Gravity Joe

Dopo il saluto di [Francesco Castagna], Direttore di >>Anepla<<, e un ringraziamento al Presidente [Claudio Bassanetti] per aver messo a disposizione la location di DoosanOne e Aequinoctium, è stato coinvolto nel question time finale il Vice presidente EMEA di >>Ritchie Bros.<<, [Nicola Nicelli], che ha raccontato la funzione cruciale svolta dalle aste online estese a tutte le macchine dopo l'inizio della pandemia: un esempio dell'importanza di farsi trovare già pronti e tecnologicamente attrezzati nei momenti critici del mercato.
 

Novità, strategie e progetti dalla galassia Doosan

Sugli oltre 75.000 metri quadri dei campi prova di Cava Gargatano, imprenditori e operatori professionali hanno potuto testare le novità tecnologiche della gamma Doosan, tra cui i miniescavatori della serie 7, presentati di recente, e le macchine della nuova serie da demolizione.

Ce ne ha parlato [Giuseppe Santo], Field Product Manager di Doosan Infracore Europe, mostrando soddisfazione per la risposta di pubblico.  “Come ho detto ai colleghi dopo i primi due giorni della manifestazione, il nostro prodotto è ancor più apprezzato di quello che crediamo”.  
In prova un escavatore gommato DX100W-7 con Tiltrotator Engcon
Le novità presentate erano numerose, ma il protagonista assoluto è stato l’escavatore gommato DX100W-7 con sensore a ultrasuoni, che a Piacenza è stato possibile vedere all’opera e testare anche con il tiltorator di Engcon e altri sei diversi tipi di attrezzature, dalla barra livellatrice fino alle forche pallet.
In prova anche diversi escavatori cingolati di grandi dimensioni tra cui il DX300LC-7
“Si tratta di una macchina compatta e di enorme versatilità” ha commentato Santo. “La pompa dedicata per la traslazione le consente di compiere diversi movimenti contemporaneamente e in condizioni ottimali”. 

Un’altra novità che ha occupato inevitabilmente la scena, prima nel suo genere sul mercato mondiale, è la benna trasparente montata sulla pala gommata DL320-7: “Non poteva mancare.
Notevole successo ha riscosso la tecnologia di Benna trasparente equipaggiata sulla pala gommata DL320-7
Ne hanno parlato tutti, e bene, perché rappresenta un grande passo avanti sul piano della sicurezza: è possibile vedere attraverso la benna nel monitor e le due telecamere possono essere usate individualmente.

Ma, sempre in tema di sicurezza, segnalo che ha riscosso interesse anche la nostra partnership con Incofin, che ha presentato qui al DoosanOne una telecamera smart in grado di segnalare in tempo reale all’operatore la distanza dal vuoto”.  

Successo per il DX245NHD-7, con il frantumatore FP20+ di VTN Europe
Tra le macchine di dimensioni maggiori, Santo ha sottolineato il successo dell’escavatore cingolato DX245NHD-7, presente anche nell’area del partner VTN Europe con il frantumatore FP20+ e il multi-kit Combi CK22.

“C’è stata la coda per provarlo, perché è l’unico in Italia ad avere un sottocarro da 30 tonnellate".

"Lo abbiamo proposto anche in esposizione statica nella versione da demolizione, DX245DM-7, con cabina tiltabile”.

Sempre ai vertici della gamma Doosan si collocano gli escavatori cingolati DX350LC-7K e DX 380LC-7: “Il massimo a livello di idraulica e di efficienza che un costruttore di escavatori possa desiderare, malgrado gli elevati costi di realizzazione.

Sono dotati di sistema VBO (Virtual Bleed Off), da noi chiamato commercialmente Ecopower, perché ha la massima efficienza con un risparmio fino al 7% di carburante, grazie ai sensori che rilevano la quantità di olio necessaria per ogni movimento. Il tutto con una controllabilità e una gradevolezza che soddisfano anche l’operatore più esigente”.
Tante le macchine della nuova gamma mini di Doosan tra cui anche questo DX50Z-7
Per l’efficienza, tema affrontato ad Aequinoctium, è indispensabile un continuo aggiornamento del parco macchine delle imprese, ma naturalmente anche un costante lavoro da parte dei produttori.

“Io sono arrivato da poco in Doosan” ha proseguito Santo “ma vengo da un percorso di oltre vent’anni nel settore construction, e qui ho trovato un’attenzione particolare a questo aspetto: pensiamo solo che l’azienda investe ogni anno il 4% del proprio fatturato in ricerca e sviluppo”.

Giuseppe Santo

Giuseppe Santo, Field Product Manager South Europe di Doosan
goWEM!:Quanto sono mancate occasioni di contatto diretto col cliente come quella consentita del DoosanOne?

[Santo]
“Moltissimo. Solo nella prima giornata ho avuto la possibilità di interagire con decine di clienti. Manifestazioni come questa sono oro, perché la ‘voice of the customer’, come la chiamiamo in Doosan, è quella che ci aiuta a migliorare, e sbaglia chi la teme o preferisce ignorarla”.

[Norman Tasca]
, Responsabile vendite Doosan per il Sud Europa, ha sottolineato la crescita del brand dal 2018 a oggi per volumi di distribuzione sul territorio italiano: “Il mercato ci ha aiutato, come provano i numeri in doppia cifra, ma va sottolineato anche l’ampliamento della rete italiana, dove abbiamo il maggior numero di importatori, undici”.

Norman Tasca

Norman Tasca, South Europe District Manager di Doosan Infracore
Tasca ha ribadito la soddisfazione per questa partnership e annunciato che dal 1 luglio si aggiungeranno due concessionari nell’area sud Italia. 

Parola (e spazio-test) ai partner

Abbiamo ascoltato anche le voci dei vari partner dell’evento nelle rispettive aree test, raccogliendone impressioni e obiettivi, con un tratto condiviso: l’entusiasmo di poter tornare al contatto faccia a faccia col pubblico, a maggior ragione all’interno di un format dinamico che ruota attorno alle prove sul campo. 
 
[Maurizio Mantovani], Area Manager di DMO, ha parlato del suo percorso quasi quarantennale in azienda e della partnership ormai storica con Doosan.

Maurizio Mantovani

Maurizio Mantovani, Area Manager filiale Veneto di DMO Spa
“L’azienda in questi ultimi anni ha voluto fortemente investire sui prodotti Doosan che riguardano il noleggio e soprattutto il service. Siamo convinti che nei prossimi anni sarà proprio il supporto tecnico sempre maggiore fornito ai nostri clienti a fare la differenza”. 

Il DoosanOne è stato anche l’occasione per presentare quasi tutti i modelli che vedremo al Bauma il prossimo autunno: “L’affluenza è stata un’ulteriore conferma dell’apprezzamento del pubblico per l’evoluzione della gamma, sia a livello di pale gommate e di escavatori della serie 7, sia nel settore demolizioni”.
 
La tecnologia 'benna trasparente' di Doosan che consente di ottimizzare la visibilità frontale
[Paolo Fortunati], tecnico commerciale Spektra, della divisione Sitech Italia dedicata a movimento terra e costruzioni, ci ha parlato del sistema di profondità 3D GPS Trimble Earthworks installato su un escavatore cingolato DX235NLC-5, sottolineando la bidirezionalità del flusso di informazion.

“Grazie al sistema di interconnessione compatibile con la 4.0, il progetto può essere inviato direttamente dall’ufficio alla macchina, e naturalmente vale anche il viceversa: all’ufficio vengono restituiti i dati giornalieri riguardanti la produttività”. La logica di Trimble è quella di proporre non soltanto dei prodotti o sistemi, ma un vero e proprio flusso di lavoro

“Quello che facciamo è digitalizzare le aziende” ha commentato Alessandro Chiodin, Innovation manager di Spektra [qui la nostra precedente intervista a Chiodin]. “Coi sistemi Trimble siamo in grado di garantire un flusso di lavoro che permette l’interconnessione tra il mondo fisico e quello digitale, e servizi di consulenza continuativa in tutte le fasi, dal rilievo al progetto all’esecuzione dell’opera, e in tutti i settori, dalle infrastrutture lineari alle costruzioni.

Ma la tecnologia è anche cambiamento: per questo la formazione è un altro aspetto che curiamo in modo particolare”. Chiodin si è soffermato anche sull’importanza di partecipare a un evento come il DoosanOne, che non si limita all’esposizione statica: “Abbiamo portato qui droni, laser scanner, stazioni robotiche, visori mixed reality e altre tecnologie, di cui una formula come questa ci permette di mostrare sul campo l’efficacia al cliente”.

Elena Piantelli, Responsabile divisione infrastrutture di Spektra, ha parlato di come si articola nelle varie aree il servizio di consulenza dei tecnici, con conoscenze specifiche che permettono di comprendere e soddisfare le esigenze del cliente: “Si tratta della nostra caratteristica principale, e anche l’ampiezza della scelta tecnologica a disposizione ci aiuta in questo”.

 
[Antonio Stucchi], Commerciale di Spektra, ci ha parlato delle attrezzature disponibili per i test e in particolare del tiltrotator montato sul DX100W-7: “Commercializziamo i tiltrotator di Engcon da 18 anni e, malgrado la versatilità e le enormi potenzialità applicative, non abbiamo ancora assistito a una vera esplosione in Italia. Poter mostrare all’operatore tutto quello che è in grado di fare in un test, quindi, è sicuramente un aiuto importante”. 

Il sistema anticaduta a intelligenza artificiale Edgeye della sudafricana Dotnetix, proposto in prova da Incofin sulla DL320-7
[Daniele Davanzo] è Responsabile team vendite della società Incofin, che si occupa trasversalmente di più settori, da quello storico della nautica a quello industriale, e, da dieci anni a questa parte, anche di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

“Al DoosanOne abbiamo presentato in anteprima nazionale ed europea il sistema anticaduta a intelligenza artificiale Edgeye della sudafricana Dotnetix, che, oltre a rilevare e segnalare la presenza di pedoni o altri veicoli, fornisce una segnalazione attiva dei bordi e dei vuoti presenti, in particolare nelle cave, nel caso di operazioni di scarico dei dumper o in fase di manovra delle pale gommate.

Si tratta di un sistema innovativo, in costante sviluppo e con una capacità di rilevazione massima pari a 50 m con zoom digitale, che prevede la possibilità di utilizzo da remoto e la condivisione dei dati su un cloud”. 

“Per noi che costruiamo rimorchi per il settore cava-cantiere, con una gamma che va dai ribaltabili delle motrici ai semirimorchi ribaltabili per il trasporto di inerti e conglomerati bituminosi, il DoosanOne rappresentava un appuntamento irrinunciabile” ha raccontato [Andrea Mantella], responsabile commerciale e marketing della Mantella Trailers.
Il dumper DA30 era in prova su una pista in sabbia di oltre un chilometro di lunghezza
“Produciamo in Calabria ma, soprattutto negli ultimi cinque anni, la nostra clientela si è concentrata prevalentemente nel nord Italia, forse anche perché offriamo un prodotto zincato a caldo, con una resistenza alla corrosione e una durabilità maggiori”.
 
goWEM!: Quali sono le condizioni del parco mezzi in Italia a livello di rimorchi o semirimorchi?

[Mantella]: “Tra le più obsolete d’Europa, e spesso trascurate dagli incentivi riservati invece alle motrici, tranne forse nei casi del trasporto marittimo e ferroviario. Auspichiamo che questa situazione cambi, perché è prima di tutto un problema di sicurezza”.

Andrea Mantella

Andrea Mantella, Sales and Marketing Manager di Mantella

Alessandro Baldazzi

Alessandro Baldazzi, responsabile commerciale Geax
Con [Alessandro Baldazzi], responsabile commerciale di Geax, si è parlato di trivellatrici in grado di operare in condizioni di spazio limitato: “Fin dalla sua fondazione nel 2006, l’azienda è stata orientata a una concezione innovativa e a una proposta diversa dalle classiche trivellatrici per pali di grande diametro”.
Il Doosan DX180LC-5 in esposizione statica, allestito con trivellatrice per pali di fondazione Geax
Baldazzi ha parlato della collaborazione avviata da due anni con Doosan, che fornisce le basi per le macchine Geax, rappresentate a Piacenza da un DX180LC-5 in esposizione statica, allestito con trivellatrice per pali di fondazione: “Abbiamo consegnato finora 500 macchine, di cui circa 70 realizzate dall’inizio di questa partnership”.
 
[Antonio Vaccaro], CEO DI VTN Europe, ha commentato positivamente l’esordio dell’azienda al DoosanOne: “Abbiamo scelto di presentarci qui con delle attrezzature da demolizione: dei frantumatori da 20 quintali e un multi-kit, entrambi montati sull’escavatore cingolato DX245NHD-7.

Antonio Vaccaro

Antonio Vaccaro, amministratore delegato di VTN Europe
Il target dei visitatori includeva proprio i settori e il tipo di aziende a cui ci rivolgiamo, ed eventi come questo rappresentano un momento molto importante di ripresa e ritorno alla normalità”.  

Correlati

Con l’arrivo del primo slot di macchine Doosan e Bobcat, Venpa rilancia nel settore del noleggio delle macchine movimento terra

Escavatori Doosan al lavoro per Gaspari Scavi per realizzare un bacino di innevamento sul monte Zoncolan

News