Evoluzione continua

La struttura della 966M XE è uno degli elementi che caratterizzano positivamente questa pala gommata nel mercato di queste macchine

La 66. È sufficiente questo per evocare, nell'immaginario comune degli addetti ai lavori 'La' pala gommata. Che è diventata, nel tempo, il benchmark della categoria a cui tutti, in qualche modo, si rifanno per confronti o per posizionamento di gamma.

Oggi la Caterpillar 966 è arrivata alla versione 'M' in un crescendo di tecnologia e implementazioni che l'hanno portata ad essere una pala gommata disponibile sul mercato con due tipi diversi di trasmissione: Power Shift e Variazione Continua.

Quest'ultima è contrassegnata con la sigla XE che, comparsa già con la precedente versione 'K', definisce tutte le macchine del costruttore, siano esse pale gommate o escavatori, che puntano su efficienza e riduzione dei consumi.

Grazie alla trasmissione a variazione continua porta questa filosofia alla sua estremizzazione: 10% di potenza in più rispetto alla versione M Power Shift con il 25% di consumi in meno. Altro non serve.

L'unione fa la forza

Il funzionamento della trasmissione a variazione continua è concettualmente molto semplice (tecnicamente è invece ben diverso!) e si basa sul principio fondamentale di colmare i vuoti fra i rapporti del classico Power Shift, andando ad accoppiarlo con un'unità idrostatica.

Correlati

Con Denys Nv Italia sul metanodotto Mestre Trieste per vedere al lavoro gli escavatori Next Gen noleggiati da CGT

Importante consegna a Adriastrade: CGT ha fornito 18 mezzi Caterpillar tra macchine compatte e stradali

News