Acqua, terra e fuoco

Il titolo dell'articolo dedicato al cantiere che vi presentiamo oggi è da spiegare: Acqua perché riguarda lo scavo di un laghetto per la pesca sportiva, per quel che riguarda la Terra il motivo ci sembra ovvio, mentre per il Fuoco?

Presto detto: siamo ospiti, su invito di >>Kiloutou<<, del >> Centro Sportivo Le Tre Piume << di Agna (in provincia di Padova), la struttura privata più grande d’Europa per il tiro sportivo.

Siamo venuti a vedere al lavoro un escavatore cingolato Volvo EC300E XL, noleggiato da Kiloutou al Centro Le Tre Piume, per scavare un lago da circa 13.000 metri quadri e, contestualmente, per realizzare un rilevato di protezione lungo le linee di tiro.

Mario Carli

Mario Carli, titolare del Centro Sportivo Le Tre Piume
Siamo stati accolti nella struttura da [Mario Carli] titolare con il fratello Giovanni, del Centro Sportivo che ci ha illustrato gli obiettivi aziendali e, naturalmente ci ha parlato del rapporto (ottimo, ndr) con Kiloutou.

Ecco quello che ci ha raccontato.

Una passione che diventa professione

Mario Carli ci spiega la storia del Centro Le Tre Piume: “Siamo nati nel 1998 sulla base di una grande passione, mia e di mio fratello Giovanni: il tiro a volo. Da un piccolo campetto di tiro a volo in cui ci esercitavamo con gli amici, grazie alla passione e all’impegno (e anche a importanti investimenti) abbiamo continuato a crescere e a incrementare la superficie a disposizione, fino ad avere oggi otto campi di tiro a volo, 14 campi di tiro dinamico con pistola, 16 linee dedicate al tiro con carabina”.
Vista aerea del nuovo lago di pesca sportiva del Centro Le Tre Piume realizzato con un escavatore noleggiato da Kiloutou
“Per noi è stata fonte di particolare orgoglio, nel 2015, l’aver ospitato i Campionati del Mondo di Specialità, con la partecipazione di 800 atleti da 46 Nazioni. Attualmente abbiamo 23 ettari di superfici interessate dalla nostra attività, 16 dei quali dedicate al tiro sportivo. Possiamo contare su 8 dipendenti e 30 collaboratori. Fino al 2018 eravamo l’unica struttura in Italia che rispettava la Normativa di Sicurezza del Ministero dell’Interno e del Coni: da noi vengono a esercitarsi i dipendenti di numerose Questure del Veneto, nonché di tantissime altre Pubbliche amministrazioni. Abbiamo infine circa 3000 tesserati che utilizzano i nostri servizi: Come struttura privata siamo tra le più grandi d’Europa”.


Continua Carli: “Proprio perché siamo da sempre estremamente attenti alla sicurezza e al rispetto dell’ambiente, la crescita del numero di professionisti e appassionati che frequentano il nostro impianto ci ha portato a ripensare l’organizzazione della nostra struttura, in particolare con l’introduzione di un terrapieno per limitare il rumore percepito all’esterno”.

“Il terrapieno, una volta terminato, ci consentirà di effettuare in maniera più semplice la raccolta del piombo sparato da chi utilizza le nostre strutture (grazie a una rete di tessuto non tessuto stesa sul declivio del terrapieno)”.

“C’era un unico problema, reperire il terreno necessario a costruire il rilevato; stiamo infatti parlando di cubature importanti, che, se portate dall’esterno, avrebbero avuto costi davvero onerosi da sopportare".
Il terrapieno realizzato con il terreno di scavo del laghetto sarà lungo 300 metri e alto fino a 15 metri
“Dopo un’attenta riflessione, abbiamo deciso di estendere l’offerta del Centro Sportivo Le Tre Piume anche alla pesca sportiva, costruendo un laghetto artificiale di circa 1,5 ettari di estensione. Con una profondità massima di sei metri, il laghetto ci consentirà di movimentare circa 60.000 metri cubi di terreno che utilizzeremo per realizzare il rilevato di protezione (lungo circa 300 metri e alto 15 metri)”.

“Il tutto nel completo rispetto delle normative ambientali e di quelle dell’impiego delle terre da scavo; come dicevo, siamo particolarmente attenti al rispetto dell’ambiente e, proprio per questo, dato che utilizzeremo acque di falda e irrigue, abbiamo effettuato tutti i controlli anche sulla qualità delle acque (anche per il benessere dei pesci che introdurremo nel laghetto)”.
Kiloutou ha consigliato, in base alla tipologia di lavoro da realizzare, il noleggio di un escavatore cingolato Volvo EC300E XL
Conclude Carli: “Guardiamo sempre al futuro e oltre alla pesca sportiva stiamo impostando un’area per le biciclette elettriche e, sempre parlando di elettrico, stiamo pensando a piste da trial e endurance. Il tutto, torno a ripeterlo, nel totale rispetto dell’ambiente in cui la nostra attività è inserita”.

Consulenza a tutto tondo

C’è un’attenta riflessione che motiva la scelta del Centro Le Tre Piume di utilizzare macchine operatrici a noleggio, come ci conferma Mario Carli: “Noi siamo un’azienda che si occupa di tiro a volo, non un’impresa di movimento terra; per questo, prima di iniziare gli scavi, abbiamo vagliato tutte le opportunità che il mercato ci offriva, dall’incaricare un’impresa specializzata all’affidarci a contoterzisti”.
L'escavatore EC300E noleggiato da Kiloutou ha un peso operativo di 32 ton
La gamma Kiloutou - Cofiloc consente noleggi anche per movimento terra pesante
“Abbiamo deciso di realizzare in proprio il lavoro con personale di nostra fiducia; ovviamente non avevamo mezzi d’opera di dimensioni adeguate all’opera da svolgere quindi abbiamo deciso di noleggiarli, anche per non sobbarcarci dei costi dell’acquisto delle macchine dato che, una volta finito l’intervento, non avremmo più avuto occasione di utilizzarle”.
A sinistra Ivan Sisio di Kiloutou, a destra Mario Carli del Centro Le Tre Piume
Prosegue Carli: “Abbiamo interpellato diversi noleggiatori a abbiamo scelto di affidarci a Cofiloc (ora Kiloutou Italia) che conoscevamo da anni, anche perché avevamo già proficuamente collaborato con loro con un’altra delle nostre aziende. Con [Ivan Sisio], il nostro referente in Kiloutou, abbiamo un rapporto di amicizia e di fiducia e ci siamo fatti consigliare da lui sulle caratteristiche tecniche e sulla dimensione operativa della macchina più adeguata per realizzare il lavoro nei tempi che ci eravamo prefissati.

Rapporto confermato anche da Ivan Sisio, consulente commerciale di Kiloutou: "Seguiamo da anni Carli con il noleggio nel segmento agricolo; oggi, invece, lo abbiamo aiutato nella scelta tecnica in un'applicazione completamente diversa, quella del movimento terra pesante".

Ivan Sisio

Ivan Sisio, referente d'area di Kiloutou
Continua Sisio: "Dopo aver analizzato le caratteristiche tecniche e dimensionali del cantiere, abbiamo suggerito a Carli, che si è fidato dell'esperienza di Kiloutou, di utilizzare un escavatore cingolato importante, un Volvo EC300E da oltre 30 tonnellate, una delle macchine più grandi in flotta. La fiducia del Centro Le Tre Piume è stata premiata e il lavoro sta procedendo senza intoppi".

Conclude Sisio: "ovviamente abbiamo fornito tutta l'assistenza necessaria affinchè la macchina fosse sempre operativa e siamo intervenuti quando ci sono stati dei piccoli problemi, sempre possibili, anche quando le macchine, come il Volvo, sono nuove e perfettamente manutenute. Il nostro ruolo è far sì che i nostri clienti possano lavorare in serenità, senza preoccuparsi di nient'altro".

Mauro Luccato

Mauro Luccato, escavatorista sul Volvo EC300E XL
“La scelta è caduta su un escavatore cingolato Volvo EC300E XL. Una scelta vincente: ora che abbiamo già scavato buona parte del laghetto (anche se i lavori sono stati rallentati dal maltempo e dalla falda che in questa zona è molto superficiale), il nostro operatore è entusiasta della risposta del mezzo e della sua controllabilità. Prevediamo di completare lo scavo in circa sei mesi di lavoro complessivi”.

Conclude Carli: “Cofiloc è stata sempre pronta nel fornirci assistenza sia dal punto di vista della manutenzione ordinaria sia quando si sono verificati fermi macchina che durante il lavoro possono sempre capitare. Sono intervenuti davvero velocemente e posso dire che il mezzo non ha mai smesso di lavorare: Questo è per noi un’aspetto fondamentale per un’azienda di noleggio: non basta avere la macchina giusta (efficiente e ben manutenuta), occorre anche garantire la presenza in caso di necessità. E questa, credetemi, è una caratteristica che pochi operatori di noleggio sono in grado davvero di garantire”.

Correlati

Kiloutou procede nel processo di trasformazione di Cofiloc e espone la prima insegna italiana nella filiale di Codroipo

News