Doosan a Bauma 2019: novità nel segno dello Stage V

Tema comune per Doosan a Bauma 2019 lo stage V, destinato a ridurre ulteriormente i consumi (e le emissioni inquinanti) delle macchine movimento terra; un tema comune certo, ma molti (meglio moltissimi) i modi per declinarlo, dato che il produttore coreano presenterà in fiera a Monaco tante novità in molti segmenti operativi.

Cuore della gamma

Il nuovissimo escavatore DX300LC-7, Stage V, primo assoluto della nuova gamma di Doosan
Le nuove motorizzazioni sono quindi stata la spinta per le nuove versione che, tuttavia, non si limitano a sostituire il motore, ma presentano notevoli migliorie in fatto di comfort operatore, produttività e sicurezza operativa.

Vediamo insieme quali novità troverete sullo stand di Doosan a Bauma 2019.

Ecco tutte le macchine e le novità esposte da Doosan al Bauma 2019

I re (grandi e piccoli) del cantiere


Cominciamo innanzitutto dagli escavatori, il prodotto principe per eccellenza. Doosan ne presenterà diversi in anteprima assoluta, in varie classi di peso, dai miniescavatori fino ai tonnellaggi da cava.

Il primo che vi presentiamo è un modello fondamentale (per numeri di vendita e campi applicativi): a Bauma troverete il nuovissimo DX300LC serie 7, Stage V appunto, sul quale Doosan ha anche inserito una serie di migliorie e novità che, immaginiamo, troveremo a breve riportate sull’intera gamma.

Due new entries assolute nella gamma mini di Doosan: arrivano i girosagoma DX27z e DX35Z (con contrappeso opzionale)
Nuove motorizzazioni Stage V per tre miniescavatori di Doosan: DX62R-3, DX63-3 e DX85R-3
La nuova motorizzazione è stata il punto di partenza di una revisione complessiva degli equilibri idraulici dell’escavatore; il risultato? Non solo una riduzione di consumi (Doosan non ha ancora comunicato le percentuali di risparmio), ma anche una incremento nelle potenze disponibili, nonché una maggiore efficienza sulle curve di coppia.

Nuova anche la cabina, migliorata dal punto di vista del comfort e dell’ergonomia, con un aumento delle dotazioni di serie a disposizione dell’operatore.

Il suo pane sono i rifiuti

Novità anche sulle macchine per la movimentazione rifiuti con il nuovo DX250WMH-5
A occupare un posto d’onore sullo stand (se non altro per le dimensioni) ci sarà anche il nuovo escavatore cingolato DX800LC-5B, macchina da poco meno di 80 tonnellate (da 76,9 a 78,5 per la precisione), per applicazioni da cava e movimento terra massivo.

La produttività di questo bestione è stata incrementata con una serie di migliorie come la nuova valvola di controllo principale, più grande del 30% rispetto alla versione precedente o il nuovo sistema di controllo elettrico con valvola EPPR che abbatte i rischi di cavitazione.

Prestazioni maggiorate

La valvola di contorllo principale sul DX800LC-5B ha un diametro incrementato del 30%
Irrobustita poi anche la ralla in tutte le sue componenti principali (rivisto il disegno dei cuscinetti) così come  i cingoli, con il nuovo disegno dei denti del motore di traslazione e i rulli più grandi (maggiore durata e minori costi di manutenzione).

Dal gigante ai nanetti il passo è grande, ma la filosofia resta la stessa; troverete a Bauma 2019 due novità assolute, entrambe girosagoma. Parliamo del DX27Z da 2,7 tonnellate e del DX35Z da 3,5 tonnellate. Un completamento di gamma importante per Doosan, con diagrammi di lavoro estremamente interessanti soprattutto se si tiene presente che parliamo di macchine girosagoma (entrambe con la possibilità di avere un contrappeso opzionale).

Piccoli, ma tosti

Pur essendo girosagoma il DX27Z e il DX35Z mantengono ottime capacità di sollevamento e scavo
Altri tre modelli di mini già in gamma (il DX62R-3, il DX63-3 4 il DX85R-3) saranno presentati a Bauma con la nuova motorizzazione in regola con lo Stage V. Tutti e tre monteranno uno Yanmar di nuova generazione, tarato per il modello più grande (il DX85R-3) per erogare 44,3 kW di potenza. Per i tre mini Doosan afferma che ci sarà un notevole incremento nelle potenze disponibili, con picchi sulle macchine più piccole che arriveranno alla più che rispettabile percentuale del 22%.

Motori nuovi per i dumper articolati


Non è un segreto che i dumper articolati di Doosan ci piacciano molto, come testimonia anche il nostro ultimo test goWEMwarmup; già nel 2018 sia il DA30 sia il DA40 hanno visto rivista la cabina, le sospensioni anteriori (autolivellanti) e un nuovo carrello tandem.

Cuore di Grifone

Sul DA30 e sul DA40 ci sono motori Scania Stage V
A Bauma 2019, entrambi i dumper articolati di Doosan avranno un nuovo cuore, in linea con le prescrizioni Stage V. Per entrambi ci saranno due nuovi motori Scania (la partnership con il marchio svedese del grifone è ormai storica): sul DA30 verrà montato un 9 litri, un 13 litri invece sarà la scelta per il più grande DA40.

Tanto nuovo da avere solo il rendering: a Bauma 2019 ci sarà il nuovo dumper DA30ADT (e anche il DA40)
Non solo, sulle versioni presentate a Bauma vedremo il telaio anteriore e il cofano della motrice completamente ridisegnati. I lavoro di ridesign, svolto dal team di progettazione interno Doosan sembra ben riuscito anche se finora circolano solo rendering e,quindi per un giudizio definitivo sulla nuova estetica dovremo aspettare ancora un poco per vedere le macchine dal vero.


Un 25 tonnellate per la movimentazione


Da vedere sicuramente anche il nuovo DX250WMH-5 un movimentatore di materiali da 25 tonnellate che Doosan ha sviluppato a partire dal suo escavatore gommato DX210W-5. Macchina che ci sembra a prima vista ben bilanciata, con i suoi stabilizzatori posteriori e anteriori e un’accoppiata braccio-bilancere dal design convincente per le applicazioni anche più toste della movimentazione materiali (rottami metallici, rifiuti solidi in genere, taglio e trasporto di legname). Come ogni movimentatore che si rispetti anche il DX250WMH-5 ha la cabina a sollevamento idraulico.

Notevole interesse è destinata a riscuotere la pala gommata DL420CVT-5 con trasmissione CVT (trasmissione meccanica + idrostatica)
Un accenno per chiudere alle pale gommate; Doosan punterà su tre modelli a Bauma 2019. Interessante la versione per riciclaggio della DL280-5 alla sua prima apparizione assoluta, così come la DL420CVT-5, macchina con trasmissione a variazione continua CVT che combina i vantaggi della trasmissione meccanica e di quella idrostatica. La trasmissione passa da idrostatica (bassi regimi) a meccanica (regimi più elevati) in automatico, consentendo un risparmio di carburante, rispetto ai modelli tradizionali, che Doosan stima nell’ordine del 25%.

-25%

Secondo quando reso noto da Doosan la pala DL420CVT-5 con trasmissione a variazione continua garantisce un 25% di risparmio sui consumi

Chiude il trittico di pale la grande DL580-5, macchina sviluppata da Doosan per la movimentazioni pesanti in cava, nel segmento industriale e nel comparto del movimento terra massivo. Qualche caratteristica? Peso operativo 36.030 kg, carico di ribaltamento 26.200 a macchina sterzata a 40°. La capacità benna per chiudere: 6,4 metri cubi.

Correlati

La guida del dumper articolato Doosan DA30 è all'insegna della massima sicurezza. Grazie a soluzioni che rendono semplici manovre che per altri potrebbero essere difficili.

Tutto nacque nella Norvegia degli anni '60 dall'intuizione del brillante ingegnere Birger Hatlebakk. Una storia di vette tecnologiche con alti e bassi finanziari. Fino all'arrivo di Doosan.

Una lunga e gloriosa storia, quella dei dumper articolati Doosan, in cui la tradizione ingegneristica Moxy continua e si evolve in modo positivo. Lo abbiamo visto in modo approfondito con il DA30

D’obbligo anche per l’edizione 2018, è stata la visita di goWEM! a Ecomondo: tra gli altri protagonisti abbiamo incontrato anche Gabriele Silvagni di DMO

News