Nello spirito di Lacedelli

Per una volta non vogliamo raccontarvi di ritardi nei cantieri o di lungaggini burocratiche. Anzi, la storia di oggi è proprio l’opposto. Accompagnati da CGT siamo stati a Cortina dove si stanno già realizzando alcuni degli impianti per le XXV Olimpiadi Invernali del 2026.

Vi sembra impossibile? Per niente, anzi c’è di più; la pista Lacedelli, che ospiterà le gare di slalom, verrà consegnata (se si eccettuano residuali sistemazioni di finitura) già quest’anno, a metà novembre.

Giovanni Delladio

Giovanni Battista Delladio, amministratore delegato di Sevis
Ci viene da citare (dato che le Olimpiadi sono state assegnate congiuntamente a Milano e Cortina) un film retrò, “Miracolo a Milano” (che vi consigliamo se non l’avete visto), ma di miracolo c’è ben poco, piuttosto dobbiamo parlare di volontà di tutti i soggetti coinvolti di lavorare seriamente e in qualità.

Protagonista sul campo di questo successo, un’impresa specializzata nei lavori in montagna, la Sevis di Moena che ha affiancato alla tradizionale efficienza milanese, la caparbietà e la forza di volontà tipica delle valli Trentine. Coprotagonista il servizio di noleggio di CGT che ha portato in quota un dozer D8T e un escavatore cingolato 336F, entrambi utilizzati da Sevis per la movimentazione terra e la modellazione della pista.

Sevis lavora in sinergia con E.Ma.Pri.Ce. di Bolzano che, nell'ambito della commessa, realizza l'impiantistica elettrica e le sale di pompaggio per gli impianti di innevamento artificiale.

Specialisti per scelta e visione

Incontriamo l’amministratore delegato di Sevis, Giovanni Battista Delladio, sul cantiere di Cortina d’Ampezzo:  “Come Sevis - sottolinea Giovanni Battista Delladio - siamo piuttosto soddisfatti delle prospettive di mercato e dei risultati raggiunti. Attualmente - continua Delladio -  abbiamo numerosi cantieri in via di completamento e un discreto portafoglio di ordini già acquisiti che ci consentono di guardare con fiducia al futuro".


“Tra i cantieri in corso, voglio ricordare quello di Pinzolo, in Provincia di Trento, dove entro fine ottobre consegneremo un bacino idrico della capacità di oltre 120.000 metri cubi; stiamo lavorando al Passo Pordoi per la realizzazione di una nuova pista da sci, a Forni di Sopra, in Friuli Venezia Giulia, per un altro invaso da 60.000 metri cubi, molto vicino ad altri due strutture equivalenti, una a Sauris di Sopra e una a Sauris di Sotto”.

“Qui a Cortina d’Ampezzo stiamo completando una rete di innevamento nel comprensorio di Tofana, dove lo scorso anno abbiamo realizzato la pista A e la B del Col Drusciè che saranno teatro delle gare di speciale della Coppa del Mondo di Sci e dei Mondiali del 2021”.

“Sempre a Cortina, infine, stiamo lavorando, assieme a E.Ma.Pri.Ce. su questo cantiere per la realizzazione della Pista Lacedelli per le XXV Olimpiadi Invernali. Non è la prima volta che siamo impegnati su un cantiere Olimpico; avevamo lavorato già a Bardonecchia per le XX Olimpiadi Invernali di Torino 2006 e ora siamo a Cortina per le Olimpiadi invernali del 2026, assegnate a Milano e Cortina”.

Una pista-scuola

La pista Lacedelli verrà successivamente impiegata per gli allenamenti delle squadre agonistiche e per insegnare ai più piccoli
La pista che stiamo realizzando (che verrà utilizzata anche per i Mondiali 2021) ha una valenza ulteriore; fortemente voluta dalla FISI (Federazione Italiana Sport Invernali) sarà una struttura sportiva e verrà utilizzata, una volta finite le Olimpiadi, sia per l’allenamento delle squadre professionistiche sia per le attività dedicate alla formazione dei più piccoli. Si tratta di un unicum in Italia che credo potrà far molto per avvicinare le nuove generazioni allo sci e, più in generale, alla montagna”.

Realizzare 1800 metri di pista con tolleranze davvero minime è una sfida che le nuove tecnologie 3D ci consentono di affrontare con più serenità [Giovanni Delladio]

Continua Delladio: “Nelle nostre previsioni la pista verrà terminata già per quest’anno, potendo contare sul periodo estivo del prossimo anno per eventuali lavori di finitura. Proprio utilizzando massicciamente le possibilità che il noleggio e i sistemi 3D ci offrono riusciremo a completare il lavoro rispettando i termini di un cronoprogramma davvero impegnativo”.

“Parliamo della realizzazione in pochissimi mesi di una pista di oltre 1.800 metri di lunghezza complessiva, che richiederà la rimodellazione del terreno, in condizioni ambientali complesse, con pendenze davvero importanti e tolleranze di progetto impegnative. Come Sevis seguiremo anche la posa dell'impianto di innevamento artificiale fornito dalla Technoalpin di Bolzano, leader mondiale nel settore della produzione di impianti di innevamento programmato".

Il noleggio, un asset strategico

Sottolinea Delladio: “Utilizziamo il noleggio come un asset strategico per la nostra azienda; ne facciamo un uso intenso e avere un partner come CGT che ci può garantire un ventaglio tipologico di macchine davvero molto ampio, è un elemento davvero importante”.
Capacità di spinta davvero importante per il dozer Caterpillar D8T noleggiato a Sevis da CGT
“Qui a Cortina, per concludere nei tempi previsti, abbiamo noleggiato da CGT tre macchine Caterpillar: un dozer D8T e due escavatori cingolati 336F che abbiamo affiancato a un escavatore 336E e un 352E di nostra proprietà: In questo caso i sistemi 3D installati sulle macchine sono di nostra proprietà (la semplicità di installazione e settaggio è un altro vantaggio non da poco), ma nel caso in cui le commesse lo richiedano, pensiamo che il noleggio anche dei sistemi 3D sia una scelta valida per contenere gli investimenti finanziari e per garantire la flessibilità operativa della nostra flotta macchine”.

Per noi il noleggio è un asset strategico aziendale, fondamentale per mantenere qualità e competitività [Giovanni Delladio]

“In questo cantiere un fattore da tenere in considerazione erano le pendenze da realizzare; parliamo di una pista nera e quindi il dislivello in alcuni punti può diventare davvero impegnativo per le macchine al lavoro (44-45°)”.

“Per superare senza rischio queste pendenze, le macchine lavorano sempre ‘in spinta’, creandosi dei piani per poi crearsi alle spalle la pendenza di progetto. Il dozer D8T che ci ha noleggiato CGT è poi stato un fattore chiave per il cantiere: macchina potentissima e efficiente in fatto di consumi di carburante, ci ha consentito di movimentare senza problemi grandi cubature di terra e roccia, in assoluta sicurezza”.

Prosegue Delladio: “Il nostro lavoro segue in maniera ferrea le stagionalità; dobbiamo completare i cantieri prima della stagione invernale, che, di fatto, blocca quasi completamente la nostra attività per quattro mesi all’anno”.
Sul cantiere anche un escavatore Caterpillar 336E di proprietà Sevis equipaggiato con martello demolitore
Complessivamente Sevis, per la realizzazione della pista, ha movimentato e rimodellato importanti cubature di terra e roccia
“Anche per questo motivo facciamo abbondante uso di mezzi a noleggio, con un rapporto di collaborazione molto stretta con CGT. Il noleggio ci consente di avere per il periodo di massimo impegno sempre le macchine più adatte, senza sobbarcarci sia il costo di acquisto sia altri costi meno evidenti, come il mancato impiego dei mezzi nei mesi invernali”.

“Da non sottovalutare anche gli spazi che macchine di queste dimensioni occuperebbero nei nostri magazzini, con il conseguente lievitare di costi occulti, inutili da sostenere per un’impresa che voglia competere con successo sul mercato moderno”.

“Soprattutto parlando di macchine grandi e specialistiche come i dozer (in questo cantiere stiamo lavorando con un D8T), i dumper e le pale cingolate, il vantaggio di collaborare con CGT è davvero fondamentale; la loro struttura ha sempre la macchina che ci serve, in perfette condizioni operative e aggiornata con le più recenti tecnologie”.

Tecnologia a noleggio

Delladio non ha dubbi: ”Un continuo aggiornamento tecnologico è fondamentale per svolgere al meglio il nostro lavoro; cito, ad esempio, i sistemi di controllo satellitare 3D delle macchine, una rivoluzione epocale per il nostro settore che ci consente di realizzare interventi di altissima qualità con tolleranze minime e risparmiando davvero molto tempo rispetto a quando ce ne occorrerebbe lavorando con sistemi tradizionali”.

I sistemi di controllo 3D come l'Accugrade ci consentono di aumentare la produttività aziendale [Giovanni Delladio]

“Il sistema Accugrade di Caterpillar è stato accolto inizialmente con molto scetticismo dai nostri operatori più esperti, ma devo dire che, anche grazie alle possibilità di noleggiarlo con le macchine, è diventato con il tempo uno strumento di cui gli stessi operatori più dubbiosi oggi non possono più fare a meno”.

“I sistemi Accugrade sono uno strumento insostituibile per dialogare con la direzione lavori; non solo i dati certi acquisiti ci consentono di sostenere le nostre posizioni in caso di contestazioni, ma anche di poter reagire più velocemente in caso di modifiche sul progetto che vengono implementate direttamente dal sistema senza incomprensioni o perdite di tempo”.
Oltre al dozer D8T, Sevis ha noleggiato da CGT anche un escavatore cingolato 336F
“In cantieri particolari come quelli per la realizzazione dei bacini della raccolta dell’acqua, dove il collaudo è vincolato a verifiche davvero molto restrittive (parliamo di decimi di grado per le inclinazioni delle scarpate del bacino), strumenti 3D come l’Accugrade sono di fatto imprescindibili se si vuole lavorare in qualità. Sistemi di questo tipo, sempre per i bacini, sono davvero molto utili, per il controllo della compattazione dei terreni (quando applicati sui rulli)”.

Conclude Delladio: “Il noleggio ci consente quindi di sperimentare nuove tecnologie che poi, una volta verificatane l’utilità sui nostri cantieri, acquistiamo. Un esempio su tutti?  L'escavatore cingolato ibrido 336E che abbiamo provato prima a noleggio, per poi acquistarlo. Si tratta della prima macchina di questo tipo commerciata da CGT nel nostro Paese: oggi ha 7.000 ore e ne siamo davvero soddisfatti”.

Correlati

Intervista a Giovanni Battista Delladio, Amministratore Delegato di Sevis

News