Un Liebherr R974C-VH-HD da demolizione usato

Non capita tutti i giorni di poter comprare un “mostro” usato; non fraintendeteci, non stiamo parlando di una pellicola in bianco e nero di Godzilla o di un poster de “il mostro della laguna nera” e neanche (anche se è verde uguale) di una statua in grandezza naturale di Hulk (quello di Lou Ferrigno però),

Facciamo riferimento al Liebherr da demolizione R974C-VH-HD usato che è stato da pochissimo messo in vendita sulla piattaforma Marketplace-E di IronPlanet. Una bestia da oltre 131 tonnellate di peso operativo, spinta da un motore da 400 kW; prodotto nel 2009, l’R974C-VH-HD venduto da Iron Planet (che ricordiamo è stata acquisita dal colosso delle aste canadese Ritchie Bros) ha lavorato per poco più di 3.000 ore e sta aspettando il suo nuovo acquirente in Italia, a Verona per la precisione.

Liebherr R974C VH HD usato

Fino a 41 di altezza operativa per questa configurazione del Liebherr R974C-VH-HD usato venduto da IronPlanet
Dicevamo che occasioni di questo tipo, per chi voglia affrontare demolizioni pesanti e impegnative (il braccio arriva a 41 metri di altezza e porta a 24 metri un’attrezzatura da 2,5 ton), non ne capitano molte.

Anche perché l’alternativa è comprarsi da Liebherr una macchina nuova che, prezzo a parte (non un passeggiata di salute credeteci), ha tempi di consegna che non sono per niente brevi (parliamo, ricordiamolo di macchine che vengono fatte su misura e su commissione, quasi con ottica sartoriale dal produttore tedesco).

Usato quando il nuovo non arriva

L'acquisto di un escavatore da demolizione usato di buona qualità aumenta la possibilità dell'impresa di acquisire nuove commesse quando le macchine nuove hanno tempi di consegna molto lunghi come in questa fase di mercato
Quindi l’usato diventa un’alternativa davvero allettante soprattutto quando i cantieri da affrontare non possono aspettare.

Ma come affrontare un acquisto che resta sempre economicamente molto impegnativo (svariate centinaia di migliaia di euro, trasporto escluso), con la certezza di aver valutato al meglio le condizioni della macchina?

I fattori sono innumerevoli, proviamo a vederli insieme.

Fidarsi è bene, garantirsi è decisamente meglio


Come ogni oggetto che si compra online, la prima cosa è conoscere cosa si sta comprando e da chi. Non occorrerebbe neanche dirlo, ma se non siete esperti in prima persona di macchine da demolizione portatevi dietro chi esperto lo è per davvero.

Da valutare attentamente le condizioni dei cingoli, in ogni componente
I dettagli da valutare sono talmente tanti che solo chi lavora effettivamente ogni giorno con macchine di questo tipo può andare a “schiacciare dove fa più male” per trovare eventuali magagne; meglio essere pignoli prima che sofferenti dopo…

Seconda cosa; valutate chi vi sta vendendo la macchina. In questo caso siamo certi che il venditore sia da “quattro stelle”: IronPlanet, infatti, rispetto ad altri competitor, ha costruito la propria reputazione sulla qualità e sulla trasparenza della sua documentazione di ispezione.

Scarpe robuste

Il sottocarro del Liebherr R974C VH HD venduto da IronPlanet in dettaglio
A maggior ragione in questo caso, dato che l’R974C-VH-HD è corredato di certificazione Ironclad Assurance che garantisce che gli articoli in asta sono stati controllati personalmente da uno degli ispettori incaricati da IronPlanet (non dipendenti dall’azienda) che ha svolto un'ispezione completa dei sistemi e componenti principali e ha preparato una documentazione fotografica dettagliata.

Visto e non cambiato

L'Ironclad Assurance è un unicum sul mercato dell'usato
Quindi ciò che si vede nel rapporto di ispezione corrisponde esattamente al macchinario acquistato.

Mica poco in un mondo in cui c’è gente che vende macchine non sue…

Come stanno le ossa?


Passando al duro ferro; il rapporto di ispezione di IronPlanet consente anche a chi non potesse recarsi a Verona per vedere dal vivo l’R974C-VH-HD di farsi un’idea estremamente precisa delle condizioni operative delle carpenterie e del sottocarro.

Stiamo parlando ovviamente delle parti più sollecitate in un escavatore (soprattutto perché è carro in questo caso è allargabile idraulicamente) e quindi quelle, insieme alla ralla, da valutare più attentamente.

Da guardare non solo gli aspetti più eclatanti (presenza di cricche, debolezze strutturali, deformazioni lungo le linee di tensione), ma anche i dettagli “minori”, ma che spesso fanno la differenza in una valutazione complessiva (presenza di ruggine, stato delle boccole, dei rocchetti, dei tenditori, dei rulli e delle costole di aggrappamento).

La ralla è un componente fondamentale da verificare prima dell'acquisto di un escavatore usato
Così come le condizioni e la qualità delle protezioni inferiori della torretta, verificare corrosione, danneggiamenti, tenuta in generale
Stesso discorso (o molto simile) per i bracci, soprattutto quando si parla di un escavatore cingolato da demolizione hi-reach, con le conseguenti sollecitazioni incomparabilmente maggiori rispetto a una macchina con bracci tradizionali.

In questo caso è fondamentale verificare (attraverso la documentazione fotografica fornita o di persona) i perni e le boccole della base dei bracci, quelli di raccordo tra braccio e asta e in generale le condizioni dei bracci e delle aste (ricordatevi ancora una volta che parliamo di un escavatore da demolizione e quindi soggetto a urti accidentali che possono essere davvero rudi).

E i muscoli?


Capitolo idraulica e fluidi in generale. Parliamo in questo caso di dettagli fondamentali da verificare a cui Iron Planet dedica davvero molto spazio in termini di fotografie (ma anche di video).

Il corretto funzionamento dell’impianto idraulico non può essere ovviamente verificato dalle foto, ma la documentazione fotografica fornita è ampia e articolata e consente di prendere visione di tutti (o quasi) i punti chiave dell’impianto, dalla condizione delle tubazioni (urti e rotture sono all’ordine del giorno nella demolizione) ad aspetti più importanti come la condizione visiva delle pompe principali.

Dalla documentazione fotografica IronPlanet è possibile verificare lo stato di salute di quasi tutte le tubazioni idrauliche principali
Anche la condizione delle pompe idrauliche è ben documentata, almeno di quelle visibili ad un'ispezione esterna
Il rapporto di ispezione, poi, fornisce una valutazione qualitativa sullo stato di pompe, valvole, cilindri (della benna, del braccio principale e del penetratore), serbatoio e della funzionalità generale.

Anche qui, la documentazione IronPlanet è completa, ma consigliamo sempre una visita a Verona, d’altra parte non stiamo parlando di acquistare una Panda usata…

C’è, infine, il doloroso (se non verificato) capitolo delle perdite. Una macchina come l’escavatore ha davvero tantissimi fluidi che circolano all’interno: dall’olio idraulico al gasolio, fino al liquido del raffreddamento, verificate sempre e attentamente la presenza di perdite che, spesso, sono il segnale di allarme di problemi meno visibili, ma molto più importanti.

Capitolo a parte le condizioni delle boccole, dei perni e delle articolazioni dei bracci, soprattutto su un escavatore da demolizione hi-reach usato come il Liebherr R974C-VH-HD
Anche in questo caso IronPlanet ha previsto delle voci specifiche che, nel caso dell’R974C-VH-HD non evidenziano perdite di qualsivoglia tipo.

In definitiva


Con la funzione Marketplace-E, portata in dote da IronPlanet, il gruppo Ritchie Bros. ha decisamente ampliato il proprio ventaglio di offerta che garantisce a chi vuole vendere (o acquistare) una macchina la certezza di trovare una soluzione adatta alle proprie esigenze.

L’R974C-VH-HD è stato messo in vendita con la garanzia di un prezzo minimo di riserva, prezzo sotto il quale il venditore può esimersi dal vendere la macchina. Dato che, come detto, stiamo parlando di molte centinaia di migliaia di euro, l’opzione aiuta chi vende a dormire un po’ più tranquillo la notte.

Il Marketplace-E è una formula di vendita, a nostro avviso, particolarmente adatta a macchine speciali, operanti in segmenti di nicchia, dove i possibili acquirenti, anche se Iron Planet si muove a livello mondiale, non sono molti. E poi qui si parla di grandi investimenti e questo riduce ulteriormente la platea.

Chi ha paura dei giganti


In Ritchie Bros son abituati a vendere in asta i giganti da demolizione
Il Marketplace-E è preferibile certo, ma non è detto che Ritchie Bros. non sia in grado di vendere (e bene) macchine di questo tipo anche con altri sistemi, come l’asta tradizionale ad esempio. Non ci credete? Guardate il video che abbiamo girato a Caorso, sede dell’asta fisica di Ritchie Bros. qualche anno fa.

L’importante è, in definitiva, per chi vende di avere vari strumenti per farlo, così come per chi acquista e Ritchie Bros., soprattutto con l’acquisto di IronPlanet è oggi l’azienda al mondo con più frecce al suo arco.

Correlati

Da tanti anni goWem partecipa ad ogni edizione di Ritchie Bros. di Caorso, la più grande casa d'aste specializzata in macchinari per il settore delle costruzioni

A Caorso del 5 ottobre una novità: per la prima volta sono stati battuti in asta dei mini escavatori del 2018, mai usati con garanzia!

News