Home / News / Stabilizzare manufatti controterra con Uretek

Stabilizzare manufatti controterra con Uretek

Stabilizzare manufatti controterra con Uretek

Per contrastare la spinta delle terre Uretek ha progettato MicroAnchors, una nuova soluzione costituita da una serie di microancoraggi. Il lavoro svolto in provincia di Venezia ne è un esempio. Il muro di sostegno di un canale a Stra presentava un generale degrado delle malte con perdita di coesione delle stesse.

Data la potenziale instabilità, con le vistose fessurazioni della pavimentazione stradale e del muro, si è deciso di demolirla e ricostruirla, mantenendo però la parte bassa del muro.

Per rinforzare il muro si è utilizzata la tecnologia Microanchors di Uretek, realizzando una fila di ancoraggi costituiti da chiodi in acciaio iniettati con resine espandenti.

MicroAnchors è una nuova soluzione costituita da una serie di microancoraggi, disposti secondo una maglia regolare su superfici di manufatti contro terra, allo scopo di evitare spostamenti e deformazioni.

Questi microancoraggi sono  molto versatili e particolarmente adatti a opere esistenti, costituite per la maggior parte da strutture inadeguate a sopportare carichi puntuali e per le quali la non invasività e la rapidità dell’intervento sono requisiti prioritari.


1- PERFORAZIONE
Questa fase, rapida e poco invasiva, viene eseguita con l’utilizzo di perforatori manuali elettrici a rotopercussione equipaggiati con speciali punte di piccolo diametro oppure con piccole sonde a colonna da ancorare alla parete.

2- POSA IN OPERA
Il microancoraggio viene posato nel foro manualmente oppure mediante l’ausilio di un percussore elettrico fino alla lunghezza di progetto. La fase successiva prevede la creazione di un’intercapedine, in corrispondenza della testa dell’ancoraggio, che serve a creare lo spazio affinché la resina possa fuoriuscire dalla testa oltre che dai fori laterali del condotto.

3- INIEZIONE
La resina espandente è iniettata tramite una pistola collegata alla parte terminale del tubo in acciaio del microancoraggio. L'iniezione è regolata da un operatore che ha il compito di dosare le quantità di materiale previste dal progetto.

La resina espande rapidamente, aumentando di molte volte il proprio volume rispetto a quello iniziale.  In questo modo si crea un bulbo resistente che solidifica in pochi secondi, permettendo l’immediata tesatura del tirante.

4- TESATURA IMMEDIATA
La tesatura viene eseguita principalmente con un sistema meccanico regolabile con apposite chiavi e controllata con una cella di carico appositamente tarata. Il microancoraggio viene vincolato alla parete mediante una boccola in acciaio munita di cunei di fissaggio.