Home / News / CO2 che si trasforma in roccia

CO2 che si trasforma in roccia

CO2 che si trasforma in roccia

Climeworks è una start-up ambientale di Zurigo che insieme ad Audi promuove una tecnologia davvero innovativa basata su un nuovo impianto in grado di filtrare 4.000 tonnellate di anidride carbonica dall’aria e di mineralizzarla sottoterra.

Climeworks riesce a trattare già 1.000 tonnellate di CO2: con la tecnologia di cattura diretta dell’aria, l’anidride carbonica viene estratta e l’aria priva di CO2 viene restituita all’atmosfera.

Il nuovo impianto di Climeworks in Islanda trasporta la CO2 filtrata al di sotto della superficie terrestre, dove i processi naturali la mineralizzano. L’anidride carbonica viene così rimossa permanentemente dall’atmosfera. L’impianto aspira l’aria e la immette nel collettore di CO2, che contiene un materiale filtrante selettivo.

Si tratta di un assorbente appositamente sviluppato; quando il filtro è saturo di CO2, viene riscaldato a 100 °C utilizzando il calore di scarto di un vicino impianto geotermico per rilasciare le molecole di CO2. L’acqua della centrale elettrica di Hellisheiði scorre attraverso la struttura e trasporta l’anidride carbonica a circa 2.000 metri sotto la superficie della Terra.

Le molecole di CO2 reagiscono attraverso processi di mineralizzazione naturale con la roccia basaltica e vengono convertite in carbonati per diversi anni, immagazzinando in modo permanente la CO2.