Home / News / Asfalto in grafene

Asfalto in grafene

Asfalto in grafene

Prima al mondo, a Roma, è stata asfaltata una stazione di servizio in asfalto al grafene: tecnologia made in Italy che previene la formazione di buche e utilizza plastiche riciclate regalando maggiore sicurezza ed elevata ecosostenibilità. Si trova sulla via Ardeatina ed è stata inaugurata il 29 settembre scorso.

L'asfalto Gipave, polimerico contenente grafene, ha permesso il recupero di una tonnellata di plastiche riciclate - destinate diversamente alla termovalorizzazione, con un risparmio stimato di circa 82 kg di CO2e, coprendo una superficie di 2.000 mq.

L’additivo al grafene è anche in grado di estendere notevolmente la durata nel tempo della pavimentazione, con grandi vantaggi in termini di sicurezza e costi nel medio-lungo periodo.

I test di questa tecnologia, brevettata sia in Italia sia nel Regno Unito, hanno confermato eccellenti risultati in termini di performance dell’asfalto per via di maggiore resistenza ai cicli di carico e l’ottima resistenza alle escursioni termiche.

Gipave contiene Graphene Plus, una tipologia di plastica da recupero che non rientra nella filiera standard del riciclo ma è destinata agli impianti di termovalorizzazione, e una base funzionale sviluppata da Iterchimica in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, G.Eco (gruppo A2A) e Directa Plus.