Home / News / Accordo commerciale Regno Unito-UE

Accordo commerciale Regno Unito-UE

Accordo commerciale Regno Unito-UE

Le associazioni del settore edile hanno descritto il loro sollievo, a seguito dell'accordo commerciale Regno Unito-UE dell'undicesima ora raggiunto dal presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e dal primo ministro britannico Boris Johnson.

James Butcher, capo della politica presso la National Federation of Builders, ha affermato che l'accordo “consentirà alle società di costruzioni di continuare a prevedere in modo affidabile il costo e la disponibilità di prodotti e materiali importati dall'UE o che comprendono componenti fabbricati nell'UE".

"La cooperazione reciproca per quanto riguarda la riduzione delle barriere tecniche commerciali e la cooperazione al confine contribuirà senza dubbio anche ad evitare alcuni dei rischi di ritardi e interruzioni".

"La nostra priorità per il 2021", ha aggiunto, "è mantenere il governo al proprio impegno a 'Build Back Better' e garantire che abbiamo un'infrastruttura adatta per il futuro. Non si tratta solo del mercato britannico, ovviamente, poiché dobbiamo sostenere gli sforzi di esportazione dei produttori".

Oliver ha sottolineato che sette macchine edili su 10 attualmente prodotte nel Regno Unito opereranno nei mercati esteri. La CEA ha precedentemente sottolineato che, con il Regno Unito non più parte dell'UE, i suoi organismi notificati non saranno più riconosciuti nell'UE.

I produttori di macchine edili non potranno quindi più utilizzare i propri servizi per la certificazione dei prodotti, al fine di soddisfare i requisiti dei paesi dell'UE.