Massicci: 60 anni in cantiere

Una storia lunga 60 anni: il percorso della >>Massicci S.r.l. << inizia nel 1962, quando un giovane [Lino Massicci] decide di aprire un’azienda di trasporti per conto terzi. Da quel momento, passo dopo passo, l’impresa cresce e sviluppa nuovi business (opere stradali e idrauliche, costruzioni, demolizioni) diventando un player importante sul mercato.

Il testimone passa poi ai figli [Antonietta Massicci] e [Roberto Massicci], che raccolgono l’eredità paterna e si dedicano con energia ed entusiasmo alla crescita dell’azienda.

Il 23 luglio 2022  la Massicci ha festeggiato l’importante traguardo dei 60 anni di attività. Su suggerimento di >>GIS<< , importatore Komatsu che da sempre lavora con Massicci, abbiamo fatto un’interessante chiacchierata con Antonietta e Roberto Massicci: i due titolari ci hanno accompagnato alla scoperta delle radici della Massicci S.r.l., ripercorrendo le fasi salienti del percorso di crescita. 

Roberto Massicci

Roberto Massicci, Titolare di Massicci S.r.l.

goWEM!: Potete parlarci del rapporto sviluppato nel tempo con GIS e >>Komatsu<< ? Parliamo ad esempio delle macchine e della tecnologia del brand nelle vostre applicazioni.

[Roberto Massicci]: Il rapporto con GIS e Komatsu è ventennale. Insieme abbiamo visto lo sviluppo delle macchine sia tecnologicamente sia relativamente alle performance raggiunte. La collaborazione con GIS è totale e si basa su un solido rapporto di fiducia. GIS ci supporta in tutto, dall’assistenza alla vendita, al post vendita sia per quanto riguarda la gestione delle problematiche legate al nostro settore.

Lo sviluppo di questi rapporti ci ha fatto crescere nel tempo e affrontare lavorazioni che altre aziende non avrebbero potuto gestire, come la realizzazione dello smart tunnel costruito nel periodo post terremoto all’Aquila.

goWEM!: Il rapporto umano è fondamentale alla base di qualsiasi rapporto professionale: come potete definire la partnership creata con [Francesco Grassi] e il suo team? Potete approfondire questo rapporto anche dal punto di vista dell'assistenza postvendita e in cantiere che GIS vi garantisce?

[Roberto Massicci]: Il rapporto con Francesco Grassi e con la famiglia Grassi si fonda sul massimo rispetto e professionalità. Conosco Giovanni e Onorato da tempo e condividiamo insieme sia i buoni risultati ottenuti e ci diamo supporto nelle situazioni difficili che possono crearsi nel nostro lavoro. Il nostro rapporto è di rispetto, fiducia e collaborazione. Li ringrazio perché hanno creduto in noi nei momenti più bui della nostra azienda e noi crediamo in loro perché sono sempre presenti.

goWEM!: Il 60° anniversario appena celebrato è il culmine di un percorso di successi. Potete raccontarci la storia della Massicci S.r.l e le tappe fondamentali che hanno caratterizzato la vostra crescita?

[Roberto Massicci]: "La nostra storia aziendale inizia nel 1962, anno in cui mio padre Lino ha avviato l’attività occupandosi di piccoli trasporti per conto terzi. Partendo con poche risorse, mio padre ha iniziato questo lavoro con un mezzo usato, fino ad acquistarne uno nuovo nel 1967. Da lì a poco l’attività si è evoluta passando dal trasporto al movimento terra: abbiamo acquistato nuove macchine, oltre ad assumere i primi dipendenti".

"La nostra storia prosegue con regolarità  fino al 1987-'88, periodo in cui ci siamo 'trasformati' da società che si occupava prettamente di trasporti e movimento terra a un’impresa generale, rivolgendosi in primis ai privati e successivamente rispondendo alle gare di appalto pubblico".

"Recentemente abbiamo ulteriormente ampliato l’attività con un comparto dedicato al noleggio di macchine edili dedicate al movimento terra con la consapevolezza che la nostra esperienza potrà sicuramente essere di supporto ai nostri clienti".



goWEM!: Come si è evoluta la Massicci s.r.l nel tempo?

[Roberto Massicci]: “Riassumendo le parti salienti della nostra storia, possiamo dire che la 'prima fase' è incentrata sull’evoluzione dell’attività da impresa di trasporti al movimento terra. Nel corso del tempo siamo passati ad essere un’impresa generale, accogliendo nuove figure in azienda come tecnici, ingegneri e capo cantieri. Tra gli altri traguardi citiamo anche l’ottenimento di importanti certificazioni, come la SOA. Ma non solo: abbiamo acquistato macchine specifiche per le demolizioni a elevata altezza”.
Uno dei momenti dell'evento organizzato per celebrare il 60° anniversario di Massicci S.r.l.
Interviene [Antonietta Massicci]: “Con il passare del tempo l’azienda si è strutturata sempre di più, sia per quanto riguarda la gestione della burocrazia sia nell’assunzione di forza lavoro dedicata. Oltre ad acquistare attrezzature specifiche per la demolizione, ci siamo aperti verso il settore del trasporto e della gestione dei rifiuti”.

[Roberto Massicci]
: “Un altro step importante è legato all’investimento nella nuova sede, inaugurata nel 2016”.

goWEM!: Quali sono gli asset che vi differenziano rispetto ai vostri competitor?

Massicci ha acquistato un escavatore Komatsu per la demolizione capace di arrivare fino a 32 metri
[Antonietta Massicci]: “Un aspetto è relativo al possesso di importanti certificazioni. La Massicci S.r.l è iscritta all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali oltre ad essere in possesso dell’attestazione SOA".

"Siamo un’azienda improntata alla crescita e all’evoluzione. Abbiamo investito per l’acquisto di un escavatore per la demolizione Komatsu capace di arrivare fino a 32 metri: per acquistarlo siamo andati direttamente a Newcastle, luogo in cui hanno prodotto la macchina".

"Questo è un esempio degli importanti investimenti che differenziano la nostra realtà. Non solo abbiamo a disposizione mezzi 'importanti', ma possiamo contare sul know-how del nostro personale. Il nostro team è in grado di gestire un macchinario complesso e a realizzare una demolizione in totale sicurezza".

"L’esperienza che abbiamo acquisito nel tempo – e i nostri 60 anni lo dimostrano – ci aiuta a fronteggiare imprevisti che non tutte le imprese possono gestire. Possiamo affermare di essere stati sempre un passo avanti, guardando con attenzione le prospettive del mercato e mettendo in atto i giusti investimenti".

Il parco macchine di Massicci S.r.l., tutto a marchio Komatsu, esposto per il 60° anniversario
goWEM!: Parlando di mercato, quali sono le vostre prospettive?

Nei festeggiamenti sono state coinvolti tutti gli stakeholder che collaborano con Massicci S.r.l.
[Antonietta Massicci]: "Abbiamo avuto delle difficoltà nel 2020 quando la pandemia ci ha imposto uno stop forzato impedendoci di lavorare. Nonostante ciò, nel 2021 abbiamo registrato un aumento di fatturato e siamo sicuri che questo andamento positivo verrà confermato anche nel 2022".

"Al momento registriamo uno sviluppo positivo, anche se non nascondiamo la nostra preoccupazione per fattori quali l’aumento del gasolio".

Sottolinea [Roberto Massicci]: "Siamo facilitati anche dal fatto che rispondiamo a gare d’appalto in tutta Italia. Grazie al team che ci segue e grazie ad una logistica flessibile riusciamo a lavorare in modo agevole. Non a caso abbiamo attualmente un cantiere a Tarvisio, uno in Toscana e diversi cantieri nel territorio del Lazio".

"Questo approccio ci ha permesso di superare la 'crisi edile' del 2008-2012, un momento in cui il settore delle costruzioni era totalmente bloccato. Ma la nostra attività, grazie all’attestazione SOA, è riuscita a superare indenne questo periodo e ad ottenere un fatturato importante".
Uno dei momenti di incontro tenutisi durante i festeggiamenti per i 60 anni
goWEM!: Quali saranno i futuri sviluppi aziendali?

[Antonietta Massicci]: "Siamo sicuri che l'energia appena creata dalle nuove generazioni porterà un sicuro e importante sviluppo aziendale".

"Dal noleggio di mezzi meccanici fino alla gestione dei rifiuti: queste attività, seppur partite da poco, stanno dando già risultati e grande soddisfazione al team.  Abbiamo inoltre acquistato una cava nel comune di Sermoneta con l’obiettivo di rigenerare l’area".

Conclude [Roberto Massicci]: "Il progetto di recupero della cava ha come obiettivo quello di creare un percorso naturalistico e rigenerare così l’ambiente naturale".


goWEM!: Il 23 luglio 2022 avete celebrato il sessantesimo anniversario di attività. Volete raccontarci questa esperienza?

[Roberto Massicci]: "Abbiamo celebrato i nostri 60 anni con una grande festa, un momento di aggregazione speciale che ha visto coinvolte tutte le figure che collaborano con noi. È stato emozionante vedere come i nostri collaboratori abbiano dimostrato un forte senso di appartenenza all’azienda. Il loro impegno ci ha fatto sentire importanti, così come il nostro team è importante e fondamentale per noi".

Correlati

In Puglia abbiamo visto al lavoro Italbioenergy che bonifica, con escavatori Komatsu forniti da CO.M.E.G., gli uliveti distrutti dalla Xilella per generare cippato per le centrali elettriche

Per la nostra serie bootsontheground abbiamo assistito alla consegna, presso la sede di Brindisi di CO.M.E.G. di un Komatsu PC138US-11 acquistato da AMG Costruzioni di Ceglie Messapico

Il primo dei due dozer Komatsu D61 forniti da Cimertex all’impresa Iembo Michele Srl, nuovo ma già utilizzatissimo, in azione sul cantiere della tangenziale di Noceto (Pr)

Abbiamo visitato la miniera Possagno di Cementirossi per vedere al lavoro un escavatore cingolato Komatsu PC490LC-11 consegnato da Varini

News