La quarta Komatsu WA600 per la Cooperativa Apuana Marmi

Ogni volta che visitiamo una cava nel grande comparto marmifero apuo-versiliese (non importa se a Carrara, Lucca, La Spezia o Massa) per veder al lavoro una nuova grande macchina operatrice appena consegnata, ci vengono subito in mente scenografie da film hollywoodiani, alcuni effettivamente girati nelle cave (come 007 Quantum of Solace) altri ricostruiti in computer grafica, ma che nei siti estrattivi trovano dei “veri e propri gemelli dal vivo” (come non pensare alla città sotterranea di Moria, per gli appassionati Khazad-dûm, della Trilogia del Signore degli Anelli).

In pochi altri angoli del pianeta, infatti, l’alchimia tra Natura e lavoro dell’uomo è così stretta.

Ottavio Baisi

Presidente della Cooperativa Apuana Marmi
Suggestioni a parte, c’è un altro fattore che non cessa mai di stupirci in queste valli, così difficili da raggiungere, ma allo stesso tempo così vicine al mare: l’operosità degli uomini e delle donne che riesce a dar forma, una volta con mazzuolo e scalpello, ora con le grandi macchine utensili e le segherie automatizzate, a una delle pietre per architettura e costruzioni più belle ed emozionanti al mondo.

Quindi, quando, come goWEM! veniamo invitati a una cerimonia di consegna in queste zone, ci sobbarchiamo volentieri i chilometri di strada per raggiungerle; non fa eccezione l’invito di Cimertex Italia che ci ha chiamati a condividere la cerimonia ufficiale di consegna di una nuova pala gommata Komatsu WA600-8, acquistata dalla realtà più importante della garfagnina (e con sessant’anni di storia produttiva ininterrotta alle spalle, recentemente arricchita da una nuova segheria all’avanguardia), la Cooperativa Apuana Marmi di Vagli Sopra.


Il mondo a Vagli, ai piedi della regina


A confermare l’importanza della giornata, la presenza del gotha di Komatsu Europe e di Cimertex Italia al completo; in cava c’erano infatti Mas Morishita, Direttore Generale e Amministratore delegato di Komatsu Europe, accompagnato da Tito Baldan, direttore generale della rete distributiva europea, mentre per Cimertex Italia, distributore Komatsu per il Nord Ovest, l’Emilia-Romagna, la Toscana, le Marche, l’Umbria e la Sardegna, erano presenti il Presidente Miguel Oliveira e l'Amministratore Delegato Enrico Oggionni. Ultimo in ordine di citazione, ma non meno importante, Mirko Frigerio (in rappresentanza dello stabilimento produttivo che Komatsu ha in Italia a Este, ndr), Regional Manager presso Komatsu Italia Manufacturing spa.

La flotta Komatsu al completo sul sito estrattivo di Vagli Sopra della Cooperativa Apuana Marmi
“Avere la fiducia di un’azienda professionale e esigente come Apuana Marmi è per Cimertex e per me personalmente una fonte di orgoglio” - ne è certo Miguel Oliveira, Presidente di Cimertex Italia - “in quanto stiamo parlando di una  importantissima realtà italiana nel settore dell’estrazione del marmo, un’azienda che esporta in tutto il Pianeta una delle più belle pietre da costruzione del mondo. La loro organizzazione, basata sul principio Cooperativo, è anche un esempio di etica del lavoro, con importanti ricadute sul territorio in cui operano”.

Miguel Oliveira

Presidente Cimertex Italia
“Il rapporto tra Komatsu e Apuana Marmi è ormai di lunga data: iniziato nel 2009, si è consolidato con il nostro arrivo in Italia nel 2016 e ora l’azienda di Vagli di Sopra può contare su un nutrito parco Komatsu, soprattutto considerando che tutte le macchine sono di grandi dimensioni, con allestimenti speciali, pensati per il segmento estrattivo pesante”.

“Come Cimertex siamo anche coscienti dell’impegno che un cliente come Apuana Marmi richiede in fatto di assistenza postvendita; le macchine non possono mai fermarsi e, quindi, cerchiamo sempre di essere pronti per intervenire tempestivamente in caso di guasti. Lavoriamo molto, in accordo con Apuana Marmi, anche sulla manutenzione programmata, dato che siamo certi che il miglior modo di prevenire i guasti sia quello di seguire le macchine, tenendole sempre nelle migliori condizioni operative”.

“La consegna della nuova WA600-8 in configurazione Stone Handler è un nuovo mattone che va a completare la costruzione della fiducia tra le nostre due realtà. Una fiducia che sono certo, continuerà a dare i suoi frutti anche in futuro”.

“Devo dire che visito molti cantieri e molti siti estrattivi in Europa e nel mondo, ma davvero pochi sono così scenografici come quelli del bacino estrattivo marmifero toscano”. - afferma Mas Morishita, Amministratore Delegato di Komatsu Europe che continua - “Qui la natura e il lavoro dell’uomo si incontrano, in un connubio davvero unico, che si concretizza in questi stupendi blocchi”.

Mas Morishita

Amministratore Delegato di Komatsu Europe
“E vedere, in mezzo a tanto bianco, il nostro giallo Komatsu è davvero una soddisfazione impagabile, soprattutto quando parliamo di macchine tecnologicamente ai vertici assoluti mondiali, sia come prestazioni sia come sostenibilità ambientale che, infine, dal punto di vista della sicurezza operativa”.

“La nuova pala gommata WA600-8 in versione Stone Handler viene prodotta nello stabilimento giapponese di Ibaraki, specializzato nella produzione di tutte le grandi macchine Komatsu che a migliaia lavorano nelle condizioni più impegnative, nelle cave e miniere di tutto il mondo”.

60 tonnellate di forza pura


La nuova arrivata da Apuana Marmi è la quinta pala gommata Komatsu che entra nella flotta della Cooperativa di Vagli Sopra; Apuana Marmi ha, infatti, nel tempo (a partire dal 2009, ndr) acquistato le pale gommate da Komatsu, mantenendo la fiducia al produttore giapponese durante le ultime tre serie. La nuova WA600 appartiene quindi alla recentissima serie 8 e ha un peso operativo, in configurazione Stone Handling, di 60,8 tonnellate.

La pala gommata Komatsu WA600-8 ha una capacità di sollevamento da terra che arriva a 46 tonnellate
Spinta da un motore Komatsu che eroga 396 kW a 1800 giri al minuto, la nuova pala è in regola con le normative antinquinamento Stage IV (in Apuana non transigono in fatto di rispetto dell’ambiente) e monta un impianto idraulico maggiorato rispetto alla versione “normale”: parliamo di un load sensing a circuito chiuso spinto da due pompe principali da 239 litri.

Nella foto le delegazioni di Komatsu e Cimertex, accanto ai vertici e agli operativi della Cooperativa Apuana Marmi
Irrobustite, ci viene da dire ovviamente, ma non è affatto scontato, anche tutte le componenti più sollecitate meccanicamente: dagli assali ai cerchi, fino al leverismo di sollevamento, tutto qui è davvero heavy duty. Non c’è bisogno di dire che, dove serve, le lamiere sono state maggiorate e le saldature sono correttamente dimensionate per gli impieghi gravosi di questi tipo di cava.

Maggiorati anche sia i cilindri di sollevamento, che hanno un diametro di 225 mm, sia quello di ribaltamento benna, che arriva a 250 mm.

Il tutto, assieme ai contrappesi aggiuntivi (6.420 kg) e a un ottimale bilanciamento della pala che garantisce soli 1.025 mm di distanza del centro di gravità del carico dal baricentro della macchina, consente alla WA600-8 di raggiungere una capacità di sollevamento da terra di 46 tonnellate e un carico di ribaltamento statico in linea che arriva a sfiorare le 49 tonnellate.

Non solo pale


La collaborazione tra Cimertex Italia e Apuana Marmi non si declina solo attraverso le pale gommate; al lavoro nel sito estrattivo di Vagli Sopra, infatti, c’è anche un escavatore cingolato PC700-11 LC, macchina da oltre 70 tonnellate di peso operativo, spinta da un motore Stage IV che eroga 327 kW a 1800 giri al minuto.

In cava da Apuana Marmi anche un escavatore cingolato Komatsu PC 700-11 LC
Anche il PC700-11 LC è stato acquistato da Apuana Marmi per la coltivazione della cava di Vagli e particolare importanza al momento dell’acquisto ha rivestito il consumo di carburante che è inferiore ben del 6% rispetto alla serie precedente. Altrettanto ben visto il basso impatto ambientale che l’escavatore Komatsu garantisce; il tutto senza impattare sulle prestazioni e sulla produttività.

Il PC700LC-11 assicura (nella modalità Powermax), infatti, una forza di strappo alla benna che arriva a ben 36.200 daN e una forza di scavo all’avambraccio che raggiunge il più che interessante valore di 29.300 daN.

E infine, la robustezza: anche il PC700LC-11 ha nel DNA le stesse caratteristiche delle pale: pattini a doppia costola rinforzati, guida cingoli heavy duty, protezioni maggiorate dei motori di traslazione, piastre antiusura molto robuste, posizionate sul lato interno dell’avambraccio, che, tra l’altro, aumentano la capacità massima della benna.

Insomma, un re di livello per le tante regine (Komatsu) di Apuana Marmi.

Correlati

Il nuovo punto di riferimento Komatsu per Torino, Asti e Cuneo è la Longhin srl. Una struttura apprezzata e che ha basato la propria fortuna su serietà e professionalità

La T.B. snc di Burnelli Diego ha ricevuto il primo dozer Komatsu D65Exi-18 venduto in Italia

Accompagnati da GIS, distributore Komatsu per Lazio, Abruzzo, Campania e provincia di Foggia, abbiamo visitato il comparto del travertino di Tivoli

News