Rimat: Komatsu da competizione

Ci siamo abituati negli ultimi anni alla narrazione condivisa di un’Italia in cui le reti di distribuzione sono poco strutturate, disorganizzate e senza spinta propulsiva. Certo, a livello generale probabilmente questo assunto è anche vero, dato che il mercato estremamente altalenante (con picchi e cadute davvero violenti) degli ultimi anni ha certamente indebolito i concessionari e non solo nel movimento terra.

Ma a noi piace raccontare ancora storie di passione e solide radici sul territorio, di aziende che, pur non avendo le dimensioni di fatturato tipiche dei colossi tedeschi, hanno basato la propria azione sulla caparbia volontà degli imprenditori e sulla loro prossimità ai loro clienti.

Quando poi a queste radici profonde si aggiunge anche la propensione curiosa a sperimentare nuove strade, allora ecco la miscela alchemica perfetta che consente a queste aziende, anche in questi periodi complessi, di crescere, rafforzarsi, fare investimenti (sempre con la giusta prudenza) e, soprattutto, di assumere nuovo personale.

Una di queste storie ve la raccontiamo oggi, portandovi tra la Toscana e l’Umbria; facciamo riferimento alla Rimat di Marciano della Chiana, storico rivenditore Komatsu che ha, tra l’altro, mostrato una fedeltà davvero rarissima al marchio giapponese, attraversando i mari agitati che hanno caratterizzato la rete distributiva italiana Komatsu negli ultimi anni, fino ad arrivare all’approdo sicuro della collaborazione con Cimertex.
I soci Rimat: da sinistra Daniele Zappalorti, Valerio Moni e Valdimaro Noferi
In occasione dell’open house che Rimat ha organizzato lo scorso ottobre, abbiamo intervistato uno dei tre soci, [Valerio Moni] che ci ha raccontato gli obiettivi di medio periodo e le logiche imprenditoriali dell’azienda toscana.

Con il grasso sulle mani

Rimat fonda le basi della propria crescita attuale sulla fatica di officina, tra grasso, bulloni e sudore. Nata più 35 anni fa come centro riparazione e assistenza, si specializza nel marchio Komatsu, fino a divenire, nel 2005, concessionaria del marchio giapponese, come ci conferma Valerio Moni: “Siamo sempre stati orientati all’assistenza fin dalla nostra fondazione e oggi più che mai io e i miei soci ( [Daniele Zappalorti] e [Valdimaro Noferi], ndr) siamo convinti che la presenza sul territorio sia un aspetto fondamentale e imprescindibile. La collaborazione con Cimertex va proprio in questa direzione”.
RImat è in grado di garantire un servizio di assistenza in cantiere veloce e puntuale
Continua Moni: “Ed è per questo che oggi abbiamo tre officine mobili e otto meccanici (su un totale di 15 persone che lavorano in Rimat); non solo, abbiamo stretto accordi con officine autorizzate sui territori che seguiamo per poter garantire ancora maggiore prossimità ai nostri clienti. E’ questo un valore fondamentale dato che gestiamo per il marchio Komatsu quattro province toscane (Arezzo, Prato, Firenze e Siena) a cui si sono aggiunte, da pochissimo due province umbre (Perugia e Terni).

Seguiamo da sempre il marchio Komatsu e ora siamo orgogliosi di rappresentarlo anche in Umbria, nelle Province di Perugia e Terni [Valerio Moni]

“Oltre alla nostra sede di Arezzo da cui serviamo anche tutti gli interventi più impegnativi, collaboriamo con RVS Service, a Firenze e con  ARMEA Service a Torgiano (PG) e FS Garden a Magione (PG)”.

“Molto probabilmente questa nostra competenza tecnica ci ha consentito di crescere in questi periodi complicati: negli ultimi quattro anni infatti - sottolinea Moni - abbiamo di fatto raddoppiato le dimensioni territoriali, sempre però riuscendo a mantenere un processo di crescita organico”.

Cuore verde d’Italia

“Processo di crescita che ci ha portato a febbraio 2020 a seguire, su mandato di Cimertex, il marchio Komatsu anche per le Province di Perugia e Terni. Il nostro arrivo in Umbria non è casuale, anzi, fa parte di un ben preciso piano di sviluppo che intende replicare anche nelle nuove Province il nostro modo di lavorare che ci ha consentito di guadagnare la fiducia dei nostri clienti storici”.

“L’open house che abbiamo organizzato all’autodromo di Magione, proprio per sottolineare l’affinità del settore delle macchine movimento terra con l’automotive in fatto di ricerca, sviluppo e tecnologie, è un momento fondamentale”.
Il campo prove RImat in occasione dell'Open House 2020
“In questa due giorni (oltre 100 imprese hanno risposto all’appello di Rimat, ndr) abbiamo voluto presentarci e spiegare ai clienti umbri che ancora non ci conoscono il nostro modo di lavorare; siamo qui per crescere con loro, non solo per vendere le macchine (della cui qualità siamo certi e orgogliosi), ma anche per trovare assieme a loro le migliori soluzioni per raggiungere l’obiettivo comune a ogni azienda: la massimizzazione della redditività e del margine”.

Vogliamo essere non solo fornitori, ma soprattutto consulenti dei nostri clienti, per individuare assieme le migliori soluzioni ai loro problemi [Valerio Moni]

“Non solo: vogliamo essere al loro fianco ogni giorno, non esclusivamente nel momento della trattativa di vendita, ma anche quando ci sia bisogno di assistenza o solamente solo di un confronto per individuare le migliori soluzioni di meccanizzazione per risolvere le problematiche sul cantiere e nell’industria”.

Cambiare nel segno della tradizione

Afferma Moni: “Come ho già detto, negli ultimi quattro anni abbiamo continuato a crescere; lo abbiamo fatto anche grazie ad attenti investimenti e alla diversificazione dei nostri servizi. La nostra flotta noleggio, ad esempio, ha continuato ad aumentare e oggi può contare su 35 macchine a disposizione dei nostri clienti per far fronte a picchi di lavoro o a esigenze particolari”.
Le nuove generazioni in pista: accanto a Valerio Moni (a sinistra), lavorano già in Rimat Luca Zappalorti (al centro) e Alessio Moni (a destra)
“Ma questo è solo un esempio della nostra volontà di dare soluzioni e certezze ai nostri clienti, non solo vuote parole. Ed in questo il nostro rapporto con Cimertex è fondamentale: ci consente di poter muoverci con maggiore agilità sui nostri territori, certi della collaborazione con un gruppo in grado di rappresentare appieno e con dinamicità il marchio Komatsu”.

Assistenza first

La squadra di commerciali e meccanici Rimat davanti a una pala Komatsu WA320
“Un marchio che, a livello mondiale, è da anni stabilmente sul podio delle vendite e dell’innovazione, con una gamma di prodotti profonda e tra le più articolate sul mercato, caratterizzata da soluzioni tecnologiche all’avanguardia, in grado di aiutare i clienti, torno a ripeterlo, a massimizzare la propria competitività sul mercato, salvaguardando l’aspetto più importante: la marginalità. Un marchio, per concludere, di cui oggi siamo più che mai orgogliosi, di essere i rappresentanti sui nostri territori di competenza”.

Internazionali con radici sul territorio

[Enrico Oggionni], Amministratore Delegato di Cimertex Italia sottolinea il forte rapporto di partnership che lega il gruppo Cimertex a Rimat: “Il gruppo Cimertex è un gruppo internazionale che collabora con Komatsu da oltre 50 anni sulla base di un fortissimo rapporto di partnership e di stima: è con questo stesso rapporto che abbiamo impostato la collaborazione con i nostri dealers ed officine del territorio italiano assegnatoci da Komatsu".

"L’estensione dell’area di competenza concordata con Rimat a febbraio 2020 è perfettamente in linea con questo nostro modo di lavorare basato sulla stima e la fiducia reciproca. Con il Team di Rimat abbiamo trovato una perfetta sintonia su questa lunghezza d’onda ed i risultati si vedono!”.

Continua Oggionni: “Per Cimertex Italia aziende come Rimat sono la sintesi perfetta dei valori che cerchiamo sul territorio: professionalità, competenza tecnica, voglia di crescere e di innovare unitamente ad un forte radicamento nel territorio. Tutti fattori per noi fondamentali per fare crescere ulteriormente il marchio Komatsu, da sempre leader in termini di qualità e di affidabilità del prodotto”.

Enrico Oggionni

Enrico Oggionni, amministratore delegato Cimertex Italia
“Il Marchio Komatsu che rappresentiamo ha una lunga storia di innovazione e una fortissima reputazione di prodotto di qualità; sono questi dei valori che rappresentano un dovere da onorare garantendo ai nostri Clienti la migliore “customer experience” possibile con il prodotto Komatsu; pertanto lavoriamo intensamente insieme ai nostri partners affinché ogni giorno un cliente Komatsu possa lavorare con grande soddisfazione, in sicurezza e con i minori costi operativi possibili. Per rendere possibile tutto ciò è fondamentale la perfetta sintonia tra Distributore e Dealers e con Rimat questo accade ogni giorno”.

Conclude Oggionni: “In Cimertex Italia siamo certi che Rimat saprà replicare anche in Umbria le buone performances ottenute nelle zone della Toscana in cui già opera (Arezzo-Siena-Firenze-Prato). Qualcuno mi ha insegnato che “il mercato è galantuomo” per cui siamo certi che il mercato darà ragione a Rimat, alla nostra strategia e alla qualità del prodotto Komatsu. I primi risultati già si vedono e siamo certi che a breve vedremo sempre più “giallo Komatsu, il giallo del Movimento Terra” in questi bellissimi territori che tutto il Mondo ci invidia”.

Correlati

Ospiti della Maugeri Macchine, distributore Komatsu per la Sicilia Orientale, abbiamo visitato un cantiere della I.C.E.M.A. srl

News