Il golem di Fimab

In alcune zone lo scotico arriva a otto metri e richiede l’uso del martello demolitore
Se mettete insieme una cava di argilla e un gigante protettore, cosa vi viene in mente?
No, oggi non vogliamo parlarvi del golem della tradizione medioevale, ma di un gigante tecnologico che, però, a ben guardare ha molti aspetti in comune con il costrutto di argilla creato dai maghi.

Come il golem, il nostro gigante ha una forza straordinaria e, sempre come il golem, protegge i suoi padroni dalle insidie del mondo esterno.

Lo fa aumentando la produttività della cava, abbattendo contemporaneamente consumi di gasolio e costi di manutenzione: come vedete, a ben guardare, qualcosa di magico c’è, anche in questo golem del 2022.

Ma di cosa stiamo parlando, in concreto? 
Dell’escavatore >>Komatsu<<  HB365-3 NLC Hybrid, venduto da >>CO.M.E.G.<<  alla Fimab; lo abbiamo visto all’opera proprio nella cava di Fimab di Contrada degli Albanesi, da dove l’azienda estrae argilla destinata alle industrie del cemento o per realizzare capping di aree da bonificare.

Davide Casale

Davide Casale di CO.M.E.G.
Ospiti di CO.M.E.G. e accompagnati da [Davide Casale], abbiamo intervistato la titolare di Fimab, [Lucia De Donno], per conoscere la storia dell’azienda e le prospettive di mercato, nonché le impressioni d’uso sull’escavatore ibrido di Komatsu. Ecco quello che ci ha raccontato. 

Lucia De Donno

Lucia De Donno, titolare di Fimab

Un’eredità impegnativa e importante

La storia aziendale è importante per comprendere il percorso di una famiglia di imprenditori, la conferma viene dalle parole di [De Donno]: “La Fimab è stata fondata da mio padre e da sempre si occupa di escavazione. Negli anni siamo arrivati a gestire fino a tre cave e oggi la nostra principale attività si concentra nella cava (14 ettari a cui se ne aggiungono altri 19 già autorizzati) da cui estraiamo argilla sia per il settore della produzione di cemento sia per il capping delle discariche”.

In una giornata di lavoro di nove ore, il Komatsu HB365-3 NLC fornito da CO.M.E.G. a Fimag arriva a caricare fino a 160 camion
“Quando mio padre è venuto a mancare, ho preso io la conduzione dell’azienda e oggi, con piacere, vedo che anche i miei due figli (un maschio e una femmina) intendono impegnarsi nell’attività di famiglia (con una loro società fondata da poco, la Puglia Services che si occupa delle operazioni di escavazione nella cava)”.

Continua [De Donno]: “Nel corso della nostra attività abbiamo collaborato, fornendo la nostra argilla per la messa in sicurezza delle discariche, con aziende di primo piano a livello nazionale come Ilva, Italcave (con cui abbiamo un contratto attivo di nove anni), l’ex discarica di Brindisi solo per citarne alcuni".

"Tutti questi clienti hanno standard di accettazione del materiale molto alti quindi, effettuiamo continui campionamenti sul materiale estratto per avere certezza della qualità della fornitura”.

“Recentemente, nel corso delle lavorazione abbiamo incontrato un’area di scotico molto consistente, con un’altezza massima che arrivava anche a otto metri, prima che si raggiunga il materiale da estrarre, richiedendo anche in diverse zone l’impiego del martello demolitore. Sono imprevisti che nel nostro lavoro capitano purtroppo e questo ovviamente ha messo in difficoltà l’azienda sia per i costi estrattivi sia per la necessità di mantenere comunque la costanza di fornitura ai nostri clienti”.
Davide Casale di CO.M.E.G. con lo staff di Fimab
“Un problema che abbiamo risolto, grazie alla collaborazione con CO.M.E.G. che ha saputo proporci una macchina adatta a mantenere da una parte elevati ritmi produttivi, abbattendo dall’altra i costi produttivi connessi al gasolio”.

Il Komatsu HB365-3 NLC monta un motore Komatsu EU Stage V da 202 kW che arrivano a 235 kW con la componente ibrida
Davide Casale e Isa Grieco ci hanno proposto un escavatore ibrido, un Komatsu HB365-3 NLC, sottolineando il fatto che, in base alle esperienze maturate da Komatsu in giro per il Mondo, quella era la macchina più adatta a cicli continui di carico e alla movimentazione del materiale”.

“Devo dire che inizialmente avevo diverse perplessità, anche visto il costo davvero importante di un escavatore di questo tipo, ma CO.M.E.G. ha saputo venirci incontro a livello di gestione finanziaria dell’operazione e, ora che la macchina lavora a pieno regime, sono davvero impressionata dall’aumento di produttività e di redditività che ci garantisce”.

“Il consumo di carburante si è ridotto, a parità di produzione, di oltre la metà rispetto all’escavatore con cui lavoravamo prima: e con i costi attuali del gasolio questo è un vantaggio davvero eccezionale".

"Tutto questo in una macchina velocissima sul ciclo e altrettanto forte in fatto di forze di scavo, anche in un materiale ostico come l’argilla”.
“È una macchina davvero all’avanguardia, full optional, con sistema di pesatura incorporato e sistema Komtrax che ci consente di controllare dall’ufficio la produttività (ed eventuali problematiche di manutenzione) in tempo reale con importantissimi vantaggi in fatto di controllo della redditività. Devo dire grazie a CO.M.E.G. che ha creduto in noi e che ci ha consigliato”.

Se 160 camion vi sembran pochi

Il nuovo escavatore ha garantito quindi un deciso cambio di passo nella produttività della cava, cambio che ha consentito alla Fimab non solo di poter far fronte all’aumento dei costi delle materie prime (elettricità e gasolio), ma anche di accantonare risorse per futuri investimenti nel parco macchine aziendale. A pieno regime l’HD365-3NLC consente di caricare 160 camion per ogni giornata lavorativa; considerato che ogni camion carica circa 30 ton, il conto della produttività è presto fatto.
L’escavatore HB365-3 NLC monta un motore Komatsu EU Stage V da 202 KW, mentre la potenza ibrida totale raggiunta è di 235 kW; l'escavatore è dotato di impianto idraulico a comando elettrico Clss (Closed Center Load Sensing System) Komatsu, basato su due pompe a pistoni assiali da 267,5 litri al minuto. Nel sistema ibrido il motore di rotazione elettrico-generatore cattura e rigenera l’energia durante la decelerazione della torretta e la converte in energia elettrica. L’energia rigenerata viene immagazzinata nel condensatore e può essere utilizzata dal generatore-motore per facilitare l’accelerazione del motore a combustione

La macchina prevede sei differenti modalità operative: Power, Sollevamento, Martello, Economy, Attrezzature in Power e Attrezzature in Economy.

Alessandro Urgese

Alessandro Urgese, operatore da oltre 14 anni in Fimab
Il Komatsu HB365-3 NLC è stato consegnato a Fimab da CO.M.E.G. in allestimento full optional comprensivo anche di protezioni frontali e superiori
Del comfort e della risposta ai comandi abbiamo parlato con chi sull’escavatore ci lavora; ecco il parere [Alessandro Urgese], operatore di Fimab: “È dal 2008 che lavoro in questa cava e devo dire che questo Komatsu è davvero un superescavatore; ha una velocità operativa impressionante, è stabile e ha una grande forza di scavo. Non c’è un parametro che non mi entusiasmi, rispetto ai mezzi con cui lavoravo prima è davvero cambiato tutto. È un mezzo estremamente comodo e, soprattutto, ha consumi davvero molto bassi”. 

“In nove ore di lavoro, non solo carico 160 camion, ma riesco anche a preparare il materiale, miscelando le varie tipologie di argilla, per garantire la maggiore omogeneità possibile su ogni camion”.

Conclude [Urgese]:"L’escavatore è anche molto sicuro, dato che abbiamo montato le protezioni ROPS e FOPS complete. 
Quando salgo sulla macchina lascio fuori tutti i pensieri, l’escavatore è davvero come se fosse casa mia, lavorare su macchine come questa è un piacere e dà davvero molte soddisfazioni”.

Problem solving in outsourcing

Davide Casale è l’esempio pratico di come un fornitore possa fare un cambio di passo importante diventando un consulente e un partner per i propri clienti. Sottolinea [Casale]: “La mia più grande soddisfazione è stata quella di aver consigliato la soluzione giusta per Fimab, una soluzione che ha consentito loro di aumentare la produzione, riducendo i costi operativi”. 
Vista d’insieme della cava di argilla di Contrada degli Albanesi coltivata da Fimab
Oltre al carico dei camion, l’escavatore ibrido Komatsu HB365-3 NLC miscela anche l’argilla da caricare
“L’ibrido di Komatsu è perfetto per le lavorazioni che loro effettuano in cava e garantisce davvero un enorme valore aggiunto nei cicli di carico. Una volta che l’operatore ha preso confidenza con la macchina, la produttività è raddoppiata, generando un importante cash flow operativo che garantisce serenità ai nostri clienti”.

“Sono convinto che questo sia il vero ruolo di un’azienda come la nostra che ha salde radici sui territori che presidia: dare soluzioni costruite su misura, davvero sartoriali, ai nostri clienti. Soluzioni che vanno al di là della semplice fornitura della macchina (per quanto Komatsu sia un marchio che, dal punto di vista tecnologico, non ha rivali al mondo) e che si spingono a immaginare, in accordo con i nostri clienti, nuovi modi di affrontare meglio vecchie problematiche o per fronteggiare al meglio le sfide che il mercato pone loro di fronte”.

Tutto concorre a questo risultato: la qualità delle macchine che distribuiamo, l’elevatissima preparazione dei nostri tecnici dedicati all’assistenza, le competenze del nostro staff che, ogni giorno, va alla ricerca delle migliori soluzioni tecnologiche che il mercato ci mette a disposizione, con l’obiettivo di selezionarle e poi di proporle ai nostri clienti”.
“Anche l’aspetto finanziario è importante e posso affermare, senza timore di essere smentito, che CO.M.E.G. è al fianco dei clienti per individuare le soluzioni finanziarie migliori per acquistare con serenità e per crescere assieme”.

Fa eco a Casale anche Isa Grieco che sottolinea quello che è ormai diventato un leitmotiv aziendale: "Sono storie come questa che danno concretezza a quanto sosteniamo da anni: trovarsi insieme è un inizio, restare insieme un progresso, lavorare insieme un successo".
 

Correlati

Con l’open day del 17 settembre, GIS Group ha puntato sul rapporto con il territorio e con i clienti stretto in 50 anni di storia

In Puglia abbiamo visto al lavoro Italbioenergy che bonifica, con escavatori Komatsu forniti da CO.M.E.G., gli uliveti distrutti dalla Xilella per generare cippato per le centrali elettriche

Per la nostra serie bootsontheground abbiamo assistito alla consegna, presso la sede di Brindisi di CO.M.E.G. di un Komatsu PC138US-11 acquistato da AMG Costruzioni di Ceglie Messapico

La Massicci ha appena festeggiato i suoi 60 anni di attività, abbiamo intervistato la seconda generazione di imprenditori

Il primo dei due dozer Komatsu D61 forniti da Cimertex all’impresa Iembo Michele Srl, nuovo ma già utilizzatissimo, in azione sul cantiere della tangenziale di Noceto (Pr)

News