Home / News / Il problema delle competenze non è solo italiano

Il problema delle competenze non è solo italiano

Il problema delle competenze non è solo italiano

8 operai edili su 10, in America, che rappresentano la maggioranza della forza lavoro delle costruzioni, non sono qualificati.

Il rapporto di quasi 2.000 intervistati, pubblicato da Autodesk e Associated General Contractors of America (AGC), ha rivelato che l'80% ha difficoltà a coprire le varie posizioni richieste.

"La carenza di manodopera rimane una delle minacce più significative al settore edile", ha affermato Stephen E. Sandherr, amministratore delegato di AGC.

Oltre il 70% delle aziende afferma che nei prossimi 12 mesi continuerà ad essere difficile trovare operai artigianali, con gli appaltatori scettici sulla qualità del reclutamento e la preparazione del nuovo personale.

Queste carenze di manodopera specializzata stanno spingendo molte aziende a incrementare salari e indennità.

Due terzi delle aziende dichiarano di aver aumentato i tassi di retribuzione di base per gli artigiani, mentre il 29% afferma di fornire incentivi e bonus per attirare questi lavoratori.

"La carenza di manodopera nelle costruzioni sta spingendo molte aziende a innovare per raggiungere una maggiore produttività", ha dichiarato Allison Scott, responsabile del marketing integrato delle costruzioni presso Autodesk.

"Poiché il costo del lavoro continua ad aumentare e le aziende sembrano diventare ancora più efficienti, la tecnologia può consentire una migliore collaborazione e alla fine portare a risultati più costanti".

Scott ha osservato che il 29% delle aziende afferma di investire in tecnologia per integrare le mansioni dei lavoratori. Circa un quarto delle aziende afferma di utilizzare soluzioni all'avanguardia, tra cui droni, robot e stampanti 3D.