JCB, inizio 2017 col botto!


JCB

Testo di Redazione


Lo sappiamo tutti fin dai film cn John Wayne: quando gli americani fanno le cose non amano le mezze misure. E la US Army (l'Esercito Americano) non poteva essere senz'altro da meno nell'ordinare "qualche" sollevatore telescopico per gestire il carico scarico di aerei cargo e portacontainer.

Qualche vuol dire, nell'ordine di idee americano, 1.600 sollevatori telescopici, da distribuire nelle basi US Army di tutto il mondo; ma chi è il fortunato fornitore che si è aggiudicato il lotto assegnato proprio in questi giorni, mettendo in cascina una bella fetta di budget per il 2017? Per trovarlo non dobbiamo andare tanto lontano, basta attraversare la Manica e arrivare dalle parti di Rocester.

JCB ha, infatti, vinto la gara e fornirà i 1.600 telescopici per un controvalore di 142 milioni di dollari. Si tratta di uno degli ordini singoli più grandi della storia del produttore inglese che consegnerà appunto 1.600 sollevatori leggeri fuoristrada modello 527-58M (in versione marinizzata per poter attraversare senza problemi anche i corsi d'acqua) che verranno prodotti nello stabilimento che JCB ha negli USA, a Savannah. L'esercito USA si ripete con questo ordine, dato che già nel 2005 aveva acquistato da JCB  terne in versione militare ad alta velocità per 206 milioni di dollari.

Se non stessimo parlando di un inglese, definire l'amministratore delegato JCB, Graeme Macdonald, gongolante non sarebbe fuori luogo: "Questa commessa rappresenta un nuovo grande successo per JCB, oltre che un eccellente modo per inaugurare il nuovo anno. Si tratta infatti del secondo ordine più importante per importo unitario nella storia della nostra azienda; voglio perciò congratularmi con tutti coloro che hanno lavorato alla conclusione di questo importante accordo, proprio nello stesso anno in cui i sollevatori telescopici JCB compiono quarant'anni".

TAG: JCB | sollevatori telescopici 527-58M | ordine US Army | sollevamento



leggi anche..