Ibrido con personalità



Testo di Redazione


TB261H è il primo miniescavatore ibrido di Takeuchi ed è stato recentemente presentato negli Stati Uniti: un modello particolarmente compatto, con un motore elettrico e uno diesel che gli conferiscono quella polivalenza necessaria a operare all’esterno come all’interno degli edifici. Nella modalità diesel la macchina è spinta da un motore Yanmar Tier 4 Final da 14,9 hp, potenza che scende a 14,2 hp nella modalità elettrica; in ogni caso le sue prestazioni non cambiano, qualsiasi sia la forma di alimentazione scelta dall’operatore. Per l’impiego al chiuso può essere collegato a una sorgente trifase da 400 a 480 volt e nel caso sia in funzionamento il motore diesel, attivando la propulsione elettrica questo si arresta automaticamente.


Possiamo definire il TB216H un escavatore “user friendly”. Le funzioni di accensione, accelerazione e guida sono le medesime, qualsiasi sia la modalità di alimentazione scelta, mentre il sottocarro retrattile – da 1.300 a 980 mm – consente il facile accesso a un’ampia gamma di siti. Inoltre, la stessa lama può essere adattata alle dimensioni dello chassis. Il peso operativo è di 1.940 kg, la profondità di scavo di 2.390 mm, la forza di scavo di 1.928 kg e la distanza massima di scavo a terra arriva sino a 4.090 mm.


David Caldwell - national product manager Takeuchi USA – è particolarmente soddisfatto per una macchina polivalente, “in grado di operare in un maggior numero di applicazioni” e che solleva i clienti dal bisogno di dotarsi di “un mezzo diverso per lavorare all’interno”.

TAG: Takeuchi | TB216H | escavatore ibrido | movimento terra



leggi anche..