Hitachi se la ‘cava’ bene


Hitachi Construction Machinery Europe

Testo di Simon Corbal


Georgi e Ivan Georgiev sono padre e figlio, titolari della Persenk Invest Ltd di Plovdiv, Bulgaria. L’azienda, fondata nel 2009, ha acquisito per 35 anni i diritti di sfruttamento della cava di Kurtovo Konare e dal settembre 2017 ha firmato un accordo triennale con la centrale elettrica del governo.

Un impegno, quest’ultimo, che ha spinto Georgi e Ivan a potenziare l’attuale flotta di macchine con l’acquisto di due escavatori Hitachi ZX350LC-6 e due pale gommate Hitachi ZW310-6.

Il primo dei due escavatori movimenta i blocchi di marmo dalla parte superiore a quella inferiore della cava, dove il secondo carica circa 3500 ton di materiale al giorno sul frantoio principale. Una volta frantumato, questo viene caricato sui camion dalla pala gommata ZW310-6 per essere condotto ad una seconda frantumazione e vagliatura.

Ultimo passaggio, l’altra pala gommata carica il prodotto finito per il trasporto alla centrale elettrica o ad altri clienti. Giornalmente, tra i 45 e 70 camion partono dalla cava e circa 3.000 ton di materiale viene consegnato alla sola centrale elettrica.

Persenk Invest Ltd produce 700.000 ton di materiale all’anno e per farlo si avvale di altri mezzi Hitachi, da tempo nella flotta: due pale gommate ZW220 e ZW310 e due escavatori ZX280LC–3 e ZX210LC-3. Un tale fiducia nella casa nipponica non è solo dovuta alle prestazioni, all’affidabilità e al confort delle macchine; fondamentale, infatti, è il basso consumo di carburante, che ha consentito di ridurre i costi di gestione e mantenere l’attuale staff di 32 addetti.

TAG: Hitachi Construction Machinery | escavatori Hitachi ZX350LC-6 | pale gommate Hitachi ZW310-6 | cava



leggi anche..