Scania: obiettivo emissioni -50%



Testo di Simon Corbal


Per fermare il riscaldamento globale, del quale è fortemente responsabile il trasporto su gomma, non c’è alternativa: le emissioni di carbonio devono essere dimezzate ogni decennio. Un obiettivo ambizioso che Scania ha fatto e che intende soddisfare entro il 2025, abbattendo del 50% le emissioni di CO2 generate dalle attività aziendali nel mondo e quelle inerenti la logistica del trasporto su strada in Europa e America Latina.

Per raggiungere il nostro obiettivo, cogliamo la sfida di ridurre del 50% le emissioni di CO2 in tutte le nostre attività a livello globale entro il 2025”, afferma Ruthger de Vries, vicepresidente esecutivo e responsabile della produzione e della logistica. “Scania raggiungerà l'obiettivo ottimizzando ulteriormente i suoi processi produttivi, migliorando l'efficienza energetica e convertendosi a fonti rinnovabili”.
Nel 2017, infati, Scania ha annunciato l'impegno a passare alla produzione di energia elettrica indipendente dai combustibili fossili entro il 2020.

L’altra questione riguarda, invece, il ruolo di Scania quale acquirente di servizi di trasporto. Come sottolinea de Vries. “Ogni giorno parliamo con i nostri clienti e con i loro clienti delle alternative più sostenibili applicabili ai loro specifici servizi di trasporto. Le nostre operazioni logistiche sono per molti versi un laboratorio in cui testiamo nuove idee e sviluppiamo le nostre capacità. In qualità di grande acquirente di trasporti, è quindi naturale che ci sforziamo anche di essere un punto di riferimento e ci impegniamo a ridurre in modo significativo il nostro impatto sulle emissioni”.

TAG: Scania Italia | riduzione emissioni co2 | efficienza energetica trasporto | camion cava cantiere



leggi anche..