Exceptional EX2


Volvo Construction Equipment

Testo di Simon Corbal


Ancora pochi giorni e allo stand di Volvo CE a Intermat 2018, sarà possibile vedere il prototipo dell’EX2; l’escavatore compatto 100% elettrico, premiato con l’Intermat Innovation Award nella categoria movimento terra e demolizioni. Una macchina che Ahcène Nedjimi - Electromobility specialist e capo progetto EX2 – definisce ‘rivoluzionaria’. Come dargli torto: zero emissioni, rumorosità 10 volte inferiore, costi di manutenzione e servizio ridotti rispetto le versioni convenzionali. Come detto, però, si tratta di un prototipo, attualmente non disponibile in commercio.

Per rendere l’EX completamente elettrico, i tecnici hanno sostituito il motore a combustione con uno elettrico alimentato da due batterie agli ioni di litio da 38 kW complessivi, che immagazzinano una quantità di energia sufficiente a far funzionare la macchina per otto ore in un’applicazione intensa. Egualmente, l’architettura idraulica è stata sostituita da quella elettrica, con attuatori lineari elettromeccanici che ottimizzano la catena di trasmissione. Tutto ciò riduce sia il fabbisogno di raffreddamento come la rumorosità.

Come spiega Ahcène Nedjimi: “Grazie all’assenza di emissioni e a un livello sonoro dieci volte inferiore, l’EX2 potrebbe essere utilizzato tranquillamente in aree densamente popolate senza arrecare alcun disturbo, anche di notte”. Tra l’altro “Essendo completamente elettrificato e senza manipolatori meccanici, l’EX2 può essere controllato a distanza dal telefono cellulare o dal tablet, per una maggiore sicurezza negli ambienti di lavoro rischiosi. In più – precisa Nedjimi - l’EX2 eroga la stessa potenza e forza della sua versione convenzionale, funzionando a velocità superiori nei movimenti combinati”.  Una produttività per ottenere la quale non si è sceso a compromessi.

TAG: Volvo Construction Equipment | novità Intermat 2018 | escavatore elettrico EX2 | movimento terra



leggi anche..