Carta che vince, carta che perde


Hyundai Construction Equipment

Testo di Simon Corbal


Nel 2011, dopo un secolo di attività, le “Papeteries de la Seine de Nanterre” (dipartimento Hauts-de-Seine) si sono dovute arrendere: fine della produzione di cartone ondulato e chiusura dello stabilimento. Inevitabile prossima tappa la demolizione che, salvo qualche edificio destinato al recupero, farà posto a un classico della modernità urbana: piccole imprese, uffici, negozi, un parco, una piattaforma logistica multimodale e un impianto sportivo.

In un’area di 18 ettari sono quindi al lavoro una decina di escavatori cingolati Hyundai, necessari per abbattere edifici alti anche 20 m. La squadra si compone dei modelli HX330L, 235LCR-9A, 145LCR-9, 60CR-9A e 25Z9AK, equipaggiati con martello demolitore Montabert BRH, pinza, cesoia e benna.

Partiti a settembre 2017, avranno un bel daffare sino al prossimo giugno. Terminata questa fase, si procederà alla frantumazione dei materiali; lavoro per il quale arriverà a supporto una pala gommata HL770-9A da 23.5 ton.

TAG: Hyundai Heavy Industries | escavatori cingolati | demolizione industriale | Nanterre



leggi anche..