Un grifone sulla gru


Scania

Testo di Redazione


Scania e Kobelco Construction Machinery hanno firmato un accordo, che da parte della casa svedese prevede la fornitura di una serie motori industriali a basse emissioni. Questi verranno utilizzati nelle nuove gru cingolate idrauliche con capacità di sollevamento di 300 ton; ovvero i modelli CK3300G-2 (Nord America), CKE3000G (Europa) e CKS3000 (altri mercati). Il motore è un 13 l da 331 kW, conforme alle normative Stage IV / Tier 4 final / Japan H26 senza bisogno di filtri anti particolato, che come tutti gli Scania si contraddistingue per la coppia elevata a bassi regimi, la risposta immediata, il ridotto consumo di carburante, i bassi costi del ciclo di vita e l’alto rapporto potenza-peso.

Grande la soddisfazione da parte di Haruyuki Mayama, engine sales manager, motori Scania in Giappone: “Siamo molto orgogliosi di essere stati selezionati da Kobelco come partner per alimentare i suoi prodotti. Sono certo che l’introduzione sul mercato sarà un grande successo”. Sulla stessa lunghezza d’onda Hiroaki Iwamitsu, managing executive officer della divisione design & development engineering di Kobelco, che già guarda a avanti: ”Dall’esperienza che abbiamo avuto con Scania nello sviluppo di questa nuova gru, abbiamo potuto testare in prima persona la tecnologia avanzata e la grande cooperazione offerta dall’azienda svedese. Siamo pronti a guardare al futuro per ottenere nuovi successi”.

TAG: Scania | motori | Kobelco Construction Machinery | sollevamento



leggi anche..