Tesmec sceglie Volvo Penta



Testo di Redazione


60 anni di esperienza, 6 stabilimenti produttivi e una presenza commerciale in 135 paesi; il Gruppo Tesmec di Bergamo può ben fregiarsi dell’appellativo di “leader” in uno dei settori nei quali opera: la progettazione e produzione di veicoli e tecnologie all’avanguardia per l’elettrificazione e la manutenzione delle reti ferroviarie.

Lo conferma anche il recente ordine da parte di RFI spa di 88 autoscale polivalenti (26 ad assi e 62 a carrelli), per la cui alimentazione Tesmec ha scelto un motore Volvo Penta TAD1672VE. Decisione - spiega il direttore tecnico della divisione ferroviaria di Tesmec, Antonio Nitti – alla quale si è approdati dopo “un confronto approfondito tra le diverse soluzioni presenti sul mercato, con particolare attenzione alla tecnologia, alle curve di prestazione, al rapporto peso / potenza, al risparmio di carburante e alla manutenzione”.

Le macchine destinate alle attività di rimozione e installazione simultanea delle linee aeree e della loro manutenzione, ospiteranno cesta, gru di carico e – quelle a carrello – una piattaforma di lavoro. Velocità massima dei veicoli, 120 km/h per quelli ad assi e 140 km/h per quelli a carrelli; 9 km / h, invece, la velocità per entrambi in modalità di lavoro sulle catenarie. Il TAD1672VE è un motore diesel da 16,1 litri e 6 cilindri in linea, con iniezione carburante elettronica ad alta pressione, albero a camme in testa e turbocompressore a controllo elettronico.

La tecnologia SCR ottimizzata e l'EGR leggero contribuiscono all'efficienza della combustione. Eroga una potenza di 515 kW e sarà chiamato a sostenere in media 900 ore di lavoro all’anno. L’accordo con Volvo Penta non si ferma qui. Tesmec, infatti prevede lo sviluppo di altri progetti a livello internazionale; in particolate negli Stati Uniti, dove l’azienda installerà gli stessi motori.

 

TAG: Tesmec | motore Volvo Penta | autoscale polivalenti | rete ferroviaria



leggi anche..