Kobelco ripensa l'Europa



Testo di Redazione


Sarà per l'effetto della Brexit sarà forse (e più probabilmente) per la volontà di strutturare meglio la propria presenza in Europa, ma sta di fatto che Kobelco ha appena annunciato la fusione tra le sue due società che fino a oggi operavano nel Vecchio Continente; Kobelco Cranes (società che commercializza le grandi gru cingolate) e Kobelco Construction Machinery diventeranno, a partire dal 1 gennaio 2018, una cosa sola sotto il nome di Kobelco Construction Machinery Europe.

A spostarsi dalla sua sede inglese è quindi Kobelco Cranes che muoverà la sede in Olanda, ad Almere, e verrà diretta da Makoto Kato, fino ad oggi direttore generale di Kobelco Construction Machinery (mansione che continuerà a mantenere). La struttura olandese, forte di 60 persone, seguirà la vendita e l'assistenza per l'Europa, la Russia, il nord Africa (Paesi francofoni) e Israele.

La riorganizzazione non è di quelle che abbiamo visto fino a oggi, votate al taglio di costi, ma ha l'obiettivo ambizioso di aumentare le quote nel continente europeo, diventato negli ultimi anni (dopo la sbornia delle economie emergenti che hanno fatto male a più di un operatore) un mercato strategico per tutti i produttori, per le prospettive di crescita, ma, sopratutto per la stabilità che garantisce.

TAG: Kobelco Construtiobn Machinery Europe | fusione | Kobelco Cranes | escavatori



leggi anche..