3 regali di Natale per Astaldi



Testo di Redazione


400 milioni di euro di aggiudicazioni definitive per il gruppo Astaldi in questo novembre 2017; il costruttore italiano si è aggiudicato infatti altrettante commesse in Cile, Honduras e Polonia; importante, oltre ovviamente all'importo che va a iscriversi nel portafoglio di lavori, anche che queste nuove commesse si inseriscono a pieno titolo nella strategia di riduzione del rischio che il gruppo sta portando avanti, riposizionando le sue attività in Paesi con minor rischio geopolitico.

La prima commessa vale 270 milioni di euro ed è relativa all'ampliamento (in ambito urbano) dell'Ospedale Barros Luco a Santiago, in Cile. Saranno costruite strutture per 967 posti letto, 28 sale operatorie per una superficie complessiva di 200.000 metri quadri (2 edifici di 10 piani ognuno). I lavori cominceranno nel secondo semestre 2018 e dureranno 7 anni.

In Honduras la seconda opera, questa volta nel comparto energetico: Astaldi costruirà, in società con Ghella, la nuova struttura idroelettrica di Arenal, per un valore di commessa di 101 milioni di euro. Verrà costruita una diga RCC alta 93,5 metri e sei chilometri di gallerie di servizio. La costruzione partirà quest'anno e i lavori dureranno 33 mesi.

Ultimo appalto, in Europa, precisamente in Polonia, dove il raggruppamento guidato da Astaldi (al 51%) si occuperà della costruzione del termovalorizzatore di rifiuti urbani al servizio dell'area di Danzica, Gdinia, Sopot per un valore di 110 milioni di euro. Qui i lavori dureranno 36 mesi (preceduti da 12 mesi dedicati alla progettazione).

TAG: Astaldi | Termovalorizzatore Danzica-Gdinia-Sopot | Ospedale Barros Luco Trudeau | Progetto Idrico Arenal



leggi anche..