I cilindri ultrapiatti CULP e CUSP. Gulp!



Testo di Redazione


Enerpac ha progettato dei nuovi cilindri idraulici ultrapiatti, pensati per i lavori che devono essere svolti all'interno di spessori ridotti (a partire da soli 2,8 cm), ma che richiedono il sollevamento di carichi fino a 1.000 ton. Si tratta della serie CULP - capacità di sollevamento compresa tra 10 e 50 ton - e della serie CUSP, tra 10 e 1.000 ton.

Con una pressione massima di esercizio di 700 bar, i cilindri ultrapiatti offrono una corsa compresa tra 7 e 17 mm e garantiscono una resistenza al carico laterale pari al 4% della massima capacità di sollevamento. La serie CUSP ha una capacità intrinseca di inclinazione dello stelo fino a 4° e una corsa con stelo inclinato tra 6 e 10 mm.

Per quanto riguarda la sicurezza, i cilindri della serie CULP dispongono di una ghiera di finecorsa interna, che impedisce allo stelo di uscire accidentalmente al termine della corsa, mentre quelli della serie CUSP sono dotati di una linea rossa che indica visivamente il raggiungimento della corsa massima.

Inoltre, lo stelo inclinabile di questi si può adattare in modo da consentire una distribuzione uniforme del carico su tutta la superficie. Anche nella posizione più inclinata, la maggioranza dei modelli mantiene una corsa di sollevamento pari a 10 mm. Sottoposti a grande stress, i cilindri Enerpac sono costruiti per durare. Per questo vengono sottoposti ad un trattamento di nitrocarburazione superficiale, che ne aumenta la resistenza a carichi e usura e li protegge dalla corrosione. Il che consente un impiego sicuro anche nelle condizioni più difficili.

TAG: Enerpac | cilindri di sollevamento CULP | cilindri di sollevamento CUSP | sollevamento



leggi anche..