Il gigante e la bambina



Testo di Redazione


Acquisizione strategica per Deutz AG, che diventa proprietaria al 100% di Torqeedo: azienda nata solo 12 anni a Starnberg in Germania, ma presto affermatasi a livello mondiale nel campo delle propulsioni elettriche per il diporto nautico.

Tre stabilimenti - Monaco, Crystal Lake negli USA e Bangkok in Tailandia – 130 dipendenti, la presenza in oltre 50 paesi di tutti i continenti, un fatturato di 25 milioni di euro nel 2016 e una crescita annuale del 35% da quando è stata fondata, ne delineano l’alto profilo. L’operazione fa parte del progetto E-Deutz.

Questo prevede l’investimento di 100 milioni di euro, una parte dei quali utilizzati proprio per l’acquisto di Torqeedo, per lo sviluppo e la produzione di nuove soluzioni ibride ed elettriche da lanciare sul mercato da qui a due anni. Se da un lato Deutz si avvarrà della competenza tecnologica di Torqeedo, quest’ultima, come ha dichiarato l’attuale a.d. Christoph Ballin, che resterà alla direzione strategica del marchio, “Facendo parte di Deutz avremo l’occasione di crescere nel mondo dell’industria, dei servizi e della vendita. Potremo, in sostanza, accelerare il nostro processo di sviluppo della mobilità moderna e sostenibile sull’acqua”.

TAG: Deutz | acquisizione Torqeedo | motori | Christoph Ballin



leggi anche..