JCB: un esercito giallo-verde in marcia


JCB

Testo di Redazione


No, non ci siamo sbagliati, rimbambiti dal caldo torrido di questi giorni; sono davvero più di 1.300 le macchine e le attrezzature che il noleggiatore inglese A-Plant ha acquistato da JCB in un singolo ordine. Un numero impressionante, dal valore complessivo di oltre 61,5 milioni di euro e che comprende una vasta gamma di macchine del produttore di Rocester tra cui anche ben 600 sollevatori telescopici.

Assieme ai tele, A-Plant ha comprato da JCB anche un vasto assortimento di miniescavatori e di midiescavatori di vari tonnellaggi (in tutto 450 pezzi) e ben 162 generatori che verranno forniti da JCB Power Products che ha sede a Staffordshire. Completano la fornitura carrelli elevatori, terne (non potevano mancare parlando di JCB), dumper da cantiere e escavatori cingolati.

Un ordine mostruoso di questo genere capita una volta nella vita direte voi. Vi correggiamo subito: A-Plant è abituata a questo tipo di superacquisti (la filosofia dell'azienda è di avere una flotta di noleggio giovanissima): negli ultimi tre anni, il noleggiatore ha acquistato da JCB macchine per un valore complessivo di 156,7 milioni di euro. Si tratta, come dicevamo, di una filosofia imprenditoriale ben precisa, come confermato da Asif Latief, direttore marketing di A-Plant: "I prodotti più recenti sono più innovativi, produttivi, più sicuri, più ecologici e più sostenibili. Anche questo ordine si inserisce nel nostro programma di investimenti sulla flotta, che ha visto A-Plant investire oltre 336 milioni di euro negli ultimi due anni". 

TAG: JCB | A-plant | ordine macchine | sollevatori telescopici



leggi anche..