Impregilo per il Cane a Sei Zampe



Testo di Redazione


Dove, se non a Metanopoli, enorme distretto storico di Milano da sempre dedicato alla trasformazione, stoccaggio e distribuzione del gas, sarebbe potuta sorgere la nuova e futuristica sede di ENI? Ovviamente da nessuna altra parte e proprio per questo lo studio di progettazione Morphosis Architects, che ha vinto il concorso di architettura, ha immaginato le nuove strutture proprio a San Donato Milanese, in fortissima relazione con la vocazione lavorativa e storica della zona.

La nuova sede si strutturerà su una superficie lorda di 65 mila metri quadri, articolata su tre edifici principali, il più alto del quali, la Icon Tower, si svilupperà su 11 piani, con oltre 1.300 posti di lavoro disponibili; l'edificio più grande sarà, invece, la Landmark Tower, con oltre 23.000 metri quadri di sviluppo planimetrico, mentre la Skygarden Tower ospiterà un grande centro congressi.

Incaricata della costruzione (e vincitrice di un bando di appalto di 171 milioni di euro) sarà Salini Impregilo che dovrà completare le strutture entro 30 mesi dalla posa della prima pietra, completando, tra l'altro un complesso costruito che mira a fregiarsi della prestigiosa certificazione energetica LEED Gold. Della partità sarà anche la Lamaro Appalti.

 

TAG: Salini Impregilo | head quarter ENI | Morphosis Architect | nuova costruzioni



leggi anche..