Il più piccolo di Kobelco



Testo di Redazione


E' stato appena presentato il nuovo Kobelco SK08 che arriva ufficialmente su tutti i mercati europei (Italia compresa quindi); parliamo di un piccoletto, dato che il nuovo mini di Kobelco è appena più pesante di una tonnellata (precisamente 1.035 chili) ed è commercializzato nella versione con tettuccio. La dimensione e le prestazioni lo faranno sicuramente apprezzare anche sul mercato del nostro Paese, da sempre appassionato di macchine compatte, necessarie per lavorare nei nostri cantieri urbani dove spesso lo spazio è poco o non c'è proprio.

Il nuovo SK08 è spinto da un motore Yanmar da 0,51 litri che eroga 7,7 kW a 2.400 giri al minuto (l'idraulica è gestita da due pompe a ingranaggi da 9,8 litri cadauna) e un raggio di rotazione posteriore di 725 mm (la sporgenza posteriore dal quadrilatero del carro è di 305 mm), con una larghezza (con i cingoli ritratti) di 680 mm, che arrivano a 840 mm con i cingoli estesi; interessanti le forze di scavo (1.000 daN sono davvero molti per un escavatore di queste dimensioni) e le distanze di scavo (profondità di scavo d 1.460 mm e distanza di scavo a terra che arriva a 2.830 mm).

Ci sono poi alcuni piccoli dettagli costruttivi degni di escavatori di maggiori dimensioni, come le protezioni sul cilindro del braccio di scavo e su quello di sollevamento, il braccio stesso particolarmente robusto con elementi in fusione, i tubi flessibili del cilindro all'interno del braccio di scavo.

TAG: Kobelco Construction Machinery | miniescavatore SK08 | scavi | movimento terra



leggi anche..