Arena di Verona, via alla nuova stagione



Testo di Redazione


L'Arena di Verona è senza dubbio uno dei monumenti italiani più conosciuti (con il Colosseo, la Torre di Pisa e Santa Maria Novella a Firenze) nel mondo; lo è anche per la sua effervescente stagione teatrale che ogni anno porta a nuova vita il capolavoro di arte architettonica romana. Come ogni anno ad aprile e maggio iniziano i frenetici lavori di allestimento del palco esterno che ospiterà il ciclo di manifestazioni estive e, come ogni anno, le imprese impegnate devono fare tutto bene e davvero molto in fretta.

La pressione è altissima e, quindi, le imprese ampliano il proprio parco macchine, ricorrendo in maniera consistente al noleggio; non stupisce quindi di trovare la trevigiana Cofiloc (che con l'Area di Verona lavora da tempo) impegnata nella fornitura di due sollevatori telescopici rotativi Merlo 38.16  di un sollevatore frontale di grande portata, sempre del produttore piemontese, il Panoramic 120.10 HM.

Le macchine sono fondamentali per spostarsi negli spazi ristretti dell'arena e per trasportare velocemente il materiale necessario alla realizzazione del parco prima e degli allestimenti poi (alcuni hanno coreografie che riempiono decine di tir). Anche gli accessori di cui i Merlo noleggiati da Cofiloc sono dotati fanno egregiamente la loro parte:  forche, ganci, verricelli e ceste portapersone, garantiscono ai telescopici (e alle imprese che li utilizzano) una versatilità operativa fondamentale in questo tipo di applicazioni.

TAG: Cofiloc | Arena Verona | sollevatori telescopici rotativi | noleggio



leggi anche..